Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Sepang al via, subito Pedrosa

Sepang al via, subito Pedrosa

    Test ufficiali MotoGP per la classe regina con il pilota di Repsol Honda davanti a tutti. Vicinissimi sia Lorenzo (+0.008s) che Márquez (+0.044s) mentre Valentino Rossi è 4º. Faticano le Ducati lontanissime.

Difficile aspettarsi di più dalla prima giornata di test ufficiali 2013 per la classe MotoGP che a Sepang non ha perso tempo per aprire in grande un’annata che si preannuncia spettacolare. Yamaha Vs Honda, aspettando con pazienza una Ducati che verrà.

A fine day1 sorridono Dani Pedrosa e, forse un po’ di più, Marc Márquez che chiudono rispettivamente in prima e terza posizione divisi da 44 millesimi. “Si parte alla pari” sembra voler dire il rookie numero 93 che a Sepang aveva già provato la RC213V lo scorso novembre.

Bene anche la Yamaha. Lorenzo è il solito lavoratore e il suo tempo migliora costantemente ora dopo ora fino a fermarsi a soli 8 millesimi dalla vetta grazie al penultimo giro messo a segno oggi (57/58). Bello, ovviamente, rivedere il sorriso sul volto di Valentino Rossi che già dai primi minuti dimostra di aver voglia e polso.

A fine giornata saranno poco più di 4 i decimi da recuperare da Pedrosa, ma c’è un gran margine di miglioramento considerando che da due anni non correva realmente con la M1 (Valencia e Aragon 2012 inqualificabili).

Torna a comandare un quartetto che potrebbe davvero farci divertire quest’anno, nonostante l’assenza di un genio delle due ruote come Casey Stoner. Dietro di loro Stefan Bradl accusa 6 decimi di ritardo, ma i miglioramenti si vedono eccome. Ad un decimo dal tedesco ecco anche Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3), seguito a ruota da un altro grande atteso di questa stagione: Álvaro Bautista su Go&Fun Gresini.

Escluso Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3), 12º a 2,3 secondi, c’è spazio per le quattro Ducati la cui partenza, come prevedibile, non è stata delle migliori. Molto da lavorare per Andrea Dovizioso e compagni con Nicky Hayden più veloce grazie al 10º tempo assoluto (+2.179s). Più lontani Ben Spies e Andrea Iannone (Pramac Racing) con l’americano ancora alle prese con il dolore alla spalla.

In CRT sempre bene Aleix Espargaró e Randy de Puniet (Power Electronics Aspar Team) che rifilano oltre 1 secondo al primo rivale di categoria Héctor Barberá (Avintia). Seguono Yonny Hernandez (Paul Bird Motorsport), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), Danilo Petrucci (Came IodaRacing) e Hiroshi Aoyama (Avintia Blusens), ultimo a correre sotto i 2’06.

Per Claudio Corti (NGM Mobile Forward Racing). Bryan Staring (Go & Fun Honda Gresini), Lukas Pesek (Came IodaRacing Project), Michael Laverty (Paul Bird Motorsport) e Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing) molto lavoro da fare per recuperare sui primi di categoria, lontani 3-4 secondi.

Tags:
MotoGP, 2013

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›