Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Rossi: 'Ritorno in famiglia'

Intervista esclusiva di Yamaha Factory con il suo pilota per eccellenza al rientro nel team con cui ha fatto la storia.



Come ci si sente ad essere tornato nella famiglia Yamaha?
È una bella sensazione. Ero un po' preoccupato. Più che preoccupato, non sapevo che atmosfera avrei trovato nel team. È ancora grande da ogni punto di vista. Yamaha è una famiglia per me. Ho condiviso con loro i migliori momenti della mia carriera e sono sempre stato benissimo, quindi penso che sia normale continuare nello stesso modo.

Quando hai detto addio alla tua  M1 nel 2010, hai scritto una lettera affermando che eravate innamorati. Avete intenzione di scrivere una nuova lettera questa volta?
Quella lettera è stata molto divertente. Penso che non ci sia bisogno di scrivere un'altra lettera, ora siamo come quando ci siamo lasciati nel 2010. È come se gli ultimi due anni non esistessero...

Yamaha ti ha dato la tua più grande soddisfazione come pilota quando ha vinto il primo Campionato con loro nel 2004. Ti senti come un bambino con la caramella di nuovo?
Mi sento esattamente come un bambino con una caramella! Tornare sulla M1 è una grande sensazione per me e i primi test sono stati positivi. Non siamo ancora pronti ma non siamo così lontani.

La M1 è cambiata molto da quando te ne sei andato da Yamaha nel 2010?Sì, la M1 è cambiata molto nelle ultime due stagioni ed è stata una grande sorpresa nel primo test. La base è molto simile alla moto che ho lasciato nel 2010, ma credo che la moto sia migliorata molto ovunque e in tutte le parti del circuito. Yamaha ha fatto un ottimo lavoro nelle ultime due stagioni. La nuova moto ha maggiore stabilità, una migliore presa, è più facile da guidare, e l'elettronica funziona meglio. Inoltre, il motore 1000cc 4 in linea ha più vantaggi rispetto all' 800cc con il quale abbiamo faticato per qualche tempo.

Dopo alcune delusioni, un campione si sente ancora  un campione?
Sì, sono molto fortunato perché nella mia carriera ho vinto molte gare, un sacco di grandi successi e un sacco di campionati del mondo quindi... Sì, mi sento ancora un campione.

Perché Yamaha la moto migliore per te?
Yamaha è la moto migliore perché è molto adatta al mio stile di guida e con la M1 sono in grado di dare più del 100%. La moto è molto precisa e si deve guidare in maniera pulita, cosa che a me piace molto. Sì, è una grande moto per me e per il mio stile di guida.

Cosa vorresti dire a tutti coloro che pensano che Valentino sta diventando troppo vecchio. Hai ancora quello che serve per essere un campione?
Purtroppo io sono piuttosto vecchio, questo è vero... Ma mi sento molto bene! Penso che la mente e le condizioni fisiche siano molto importanti, e da questo punto di vista sono in buona forma. In particolare la motivazione è molto importante e a me non manca affatto.

Jorge Lorenzo ti ha dato il benvenuto in Yamaha. Come lo reputi?
Considero in maniera diversa Jorge soprattutto perché negli ultimi due anni ho avuto un sacco di problemi, ma Jorge è stato sempre molto gentile con me e anche quando ha saputo che sarei tornato alla Yamaha era molto felice, quindi penso che possiamo essere una buona squadra nelle prossime due stagioni.

Sei soddisfatto del tuo lavoro in questa pre-stagione?
A questo punto sono molto soddisfatto. A Sepang la moto ha funzionato molto bene ed eravamo già abbastanza veloci. Gare e test sono diversi, quindi dovremo aspettare fino al 7 aprile per sapere quanto sono soddisfatto.

Secondo te cosa manca all'attuale YZR-M per essere la moto perfetta?
La M1 è una moto grande perché ha un equilibrio perfetto, è molto "friendly" con il pilota, ed è facile da portare al limite. Di sicuro dobbiamo lavorare molto in diverse aree per essere al top, perché i nostri concorrenti migliorano sempre. Forse si può fare qualcosa in velocità e stabilità in accelerazione, per uscire rapidamente delle curve.

Che stagione si aspetta di avere dopo questi primi test?
Spero di divertirmi e di lottare di nuovo per il podio e, magari, vincere qualche gara. Dopo di che, vedremo dove siamo in classifica in campionato.
 

Tags:
MotoGP, 2013, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›