Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Smith mette a tacere le critiche

Pronto per dimostrare quanto vale in MotoGP, Smith ai microfoni di motogp.com parla del suo approdo alla classe regina, nonostante le critiche ricevute lo scorso anno nella categoria intermedia.

Nato a Oxford 22 anni fa, Bradley Smith continua la sua carriera quest'anno in MotoGP con il team Tech3 formando un interessante duo con Cal Crutchlow. Il giovane inglese aveva brillato in 125 prima di passare alla Moto2 nel 2011. L'anno scorso, i critici avevano messo in discussione la decisione di Hervé Poncharal di portarlo alla massima categoria.

"Il 2011 è stato un anno positivo. Eravamo in una situazione ideale, con tre podi in tre gare (Silverstone, Assen e Mugello), e Hervé e mi chiese se mi sarebbe piaciuto essere in MotoGP nel 2012", spiega Smith nell'intervista video in allegato. "Non ero realmente pronto in quel momento, così abbiamo deciso di proseguire in Moto2 nel 2012 e passare alla MotoGP nel 2013".

"Sono convinto che la stagione 2011 abbia già giustificato il mio biglietto per la MotoGP, anche se ci sono persone poco convinte di questo. Avrei preferito fare meglio in Moto2 per zittire le critiche, ma i miei risultati precedenti parlano per me. Sono qui per dimostrare di poter guidare anche una MotoGP".

Tags:
MotoGP, 2013, Bradley Smith, Monster Yamaha Tech 3

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›