Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Espargaro da brividi, pole in chiusura

Espargaro da brividi, pole in chiusura

Cade nei primi minuti, si risolleva negli ultimi istanti e trova una pole position inaspettata davanti a Nakagami e Kallio. Corsi fuori dalla top10, ma non lontanissimo dal miglior tempo.




Sessione nervosa in Moto2 con tre cadute importanti nei primi venti minuti: protagonisti sfortunati Pol Espargaró (Tuenti HP 40), Sergio Gadea (Interwetten Paddock) e Sandro Cortese (Dynavolt Intact Moto2), senza contare un'uscita di pista di Takaaki Nakagami (Italtrans Racing Team). Curiosamente sono i due migliori piloti fino ad ora di questo fine settimana ad essere tra i più "nervosi", clima che favorisce, almeno nella prima parte della prova Scott Redding (Marc VDS Racing).

A 13 minuti dal termine i tempi sono ancora lontani mezzo secondo da quelli registrati ieri. Iniziano a tirare Rabat e Corsi, mentre Nakagami nonostante qualche problema negli ultimi due settori del tracciato, trova il miglior tempo in 2'01.014, vicinissimo al miglior tempo del fine settimana (suo, 2'00.924).

All'ultimo respiro Espargaró sfrutta la scia di Zarco sul lungo rettilineo finale e recupera mezzo secondo nel quarto settore per conquistare la prima pole stagionale e il miglior giro di questo fine settimana (2'00.882). In prima fila Takaaki Nakagami (Italtrans Racing Team) e Mika Kallio (Marc VDS Racing). In seconda fila troviamo Scott Redding (Marc VDS Racing), Dominique Aegerter (Technomag CareXpert) e Julian Simon (Italtrans Racing Team) staccato di 565 millesimi.

Il migliore degli italiani è Simone Corsi (NGM Mobile Racing) 11º a 0.737s, seguito da Alex de Angelis. Al termine della sessione si contano anche le cadute di Axel Pons (Tuenti HP 40) e Mattia Pasini (NGM Mobile Racing) con l'italiano solo 24º.

Tags:
Moto2, 2013, COMMERCIAL BANK GRAND PRIX OF QATAR, QP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›