Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

L'avambraccio frena Iannone

L'avambraccio frena Iannone

Top ten sofferta per l'abruzzese che deve prima recuperare nella QP1 e poi dare il massimo nella QP2.



Si riaccendono le luci per il terzo giorno consecutivo sul circuito del Qatar, ed il forte vento che ha soffiato questa mattina sulla città di Doha, ha continuato a trasportare grandi quantità di sabbia in pista.

L’indurimento del muscolo dell’avambraccio destro continua ad infastidire il pilota di Vasto impedendogli di guidare con la forza necessaria per condurre la moto in maniera più aggressiva.

Ciò nonostante il secondo posto ottenuto nella QP1 gli permette di prendere parte alla QP2 dove, con un ottimo tempo di 1’56.523, conquista la decima posizione in griglia di partenza .

Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing Team

“Avendo fatto la QP1 sono arrivato ad affrontare la QP2 con solo una gomma morbida a disposizione, probabilmente con una gomma in più avrei potuto ottenere qualcosa di meglio. Nelle curve strette faccio abbastanza fatica a girare e voglio capire dove e come migliorare alcuni aspetti della mia guida assieme al team. Ho comunque migliorato il tempo ad ogni turno e penso che sia assolutamente positivo. Per la gara il mio obiettivo al momento è essere tra i primi dieci.”
 

Tags:
MotoGP, 2013, COMMERCIAL BANK GRAND PRIX OF QATAR, Andrea Iannone, Pramac Racing Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›