Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Rabat si prende la scena a Jerez

Con sei spagnoli nelle prime nove posizioni (eccezion fatta per Redding, Nakagami e Luthi) sorride per il momento il numero 80, già sul podio ad Austin. Cade Simone Corsi.



Sessione senza rivali per Esteve Rabat (Tuenti HP 40) sul tracciato di Jerez de la Frontera che trova, con distanza, il miglior tempo di questa fp1 del Gran Premio bwin de España. 1'43.232 per lo spagnolo già sul podio in Texas a cui solo Scott Redding (Marc VDS Racing Team) è in grado di rispondere chiudendo a 3 decimi di ritardo.

Tutti gli altri chiudono lontani, a partire da Pol Espargaro (Tuenti HP 40), terzo ma ad oltre otto decimi. Tanti gli spagnoli nelle prime posizioni dove ritroviamo Jordi Torres (Aspar Mapfre Moto2) e Toni Elias (Blusens Avintia), entrambi oltre il secondo di ritardo e rispettivamente in 4ª e 5ª piazza.

In top ten anche Nicolas Terol (Aspar Team Moto2), vincitore ad Austin, ma solo nono. Davanti a lui Takaaki Nakagami (Italtrans Racing Team), Thomas Luthi (Interwetten Paddock) e Julian Simon (Italtrans Racing Team).

Simone Corsi (NGM Mobile Racing) perde praticamente l'intera sessione a causa di una caduta nei primissimi istanti. L'altro unico italiano in pista, Mattia Pasini, solo 17º.

Tags:
Moto2, 2013, FP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›