Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Moto2 in Francia, comanda Rabat

Non era il più atteso tra i piloti da trovare in vetta alla classifica, ma è stato il più rapido e continuo fino ad ora. Attese risposte da Redding, Espargaro e dai piloti di casa.



Il Tuenti HP 40, come ampiamente previsto durante tutta la pre-season, arriva a Le Mans al comando della classifica generale. Meno prevedibile, forse, è che davanti a tutti non ci sia il rivale di Marquez nel 2012 Pol Espargaró, ma bensì un Esteve Rabat in stato di grazia. Con un secondo posto ad Austin e la prima vittoria in carriera a Jerez, lo spagnolo è anche per la prima volta leader della classifica generale e a Le Mans proverà a migliorare un record non eccessivamente positivo che lo ha visto al massimo in 7ª posizione al traguardo (125 anno 2010).

Dietro di un solo punto dal numero 80, c'è Scott Redding che con la sua Kalex targata Marc VDS Racing sta facendo storia nel Regno Unito. Dopo aver riportato un britannico in vetta alla classifica della classe intermedia 37 anni dopo, l'inglese è diventato l'unico a trovare due podi nelle prime tre gare da quando Phil Read ci riuscì nel 1971...not bad!

Già detto di Espargaró, che qui ha vinto in 125 nel 2010, ci sarà spazio per dare battaglia anche per Nico Terol, abbonato al podio qui soprattutto nelle classe cadetta e, perché no, per i piloti di casa Luis Rossi (Tech3 Racing) che qui ha trionfato lo scorso anno in Moto3, e per Johann Zarco che lo scorso anno cadde mentre era in lotta per la 4ª posizione.

Due wildcard presenti: i volti già noti di Gino Rea (British Gino Rea Racing Team), che torna al Campionato del Mondo con una struttura tutta sua, e Hafizh Syahrin (Petronas Raceline Malaysia) che alcuni ricorderanno per aver comandato la gara di Malesia lo scorso anno salvo poi chiudere in quarta posizione.

Tags:
Moto2, 2013

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›