Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Pedrosa strepitoso con la seconda vittoria stagionale a Le Mans

  Lo spagnolo del team Repsol Honda vince ed è il nuovo leader della classifica generale con Marquez, terzo, ora a 6 punti. Primo podio della stagione per Crutchlow che correva con una mini-frattura

 

La classe regina non è fortunata come Moto2 e Moto3 e corre con pista completamente bagnata. Esce perfettamente dai blocchi Andrea Dovizioso che comanda la gara dopo un giro davanti a Lorenzo e Pedrosa mentre Marquez, dalla pole passa fino alla nona piazza a causa di una partenza disgraziata. Bene anche Valentino Rossi che mantiene la posizione in partenza, e poi passa Hayden e Bradl in rapida successione alla ricerca dei primi tre. Cade subito Bryan Staring (Go&Fun Honda Gresini).
 
Pedrosa passa Lorenzo a due giri dall'inizio della gara e prova a colmare il gap su Dovizioso che ha raccimolato qualche decimo importante, Rossi intanto è a un secondo da Lorenzo. Un giro e mezzo dopo missione compiuta per il trionfatore di Jerez che ora vanta oltre mezzo secondo sulla Ducati numero 4. Intanto il leader del mondiale è in grande difficoltà in ottava posizione a quasi cinque secondi da Bradl che lo precede.
 
Anche Crutchlow (che corre con una mini frattura alla rotula) si aggiunge al gruppo di testa mentre Dovizioso sfrutta un paio di errori di Pedrosa per tornare in testa. Il rtimo dell'italiano permette anche a Hayden di riportarsi sui primi. Nelle retrovie si ritira anche Claudio Corti (NGM Mobile Forward Racing).
 
Sbaglia anche Lorenzo che apre la porta a Rossi e Crutchlow che ora sono in terza e quarta piazza rispettivamente. Il Campione del Mondo in carica potrebbe avere qualche problema perché si arrende rapidamente anche a Nicky Hayden e Stefan Bradl e nel giro di pochi secondi è addirittura settimo e gira tre secondi più lento di Marquez che ora corre veloce.
 
A 17 giri dal termine Marquez si riporta e passa Jorge Lorenzo, mentre davanti a tutti c'è di nuovo Pedrosa che lotta con Dovizioso dall'inizio della gara. Altro errore di Marquez che lascia passare Lorenzo, mentre Crutchlow si porta in terza posizione a discapito di Rossi. Intanto cadono Randy de Puniet (Power Electronics Aspar) mentre era 13º e Stefan Bradl che conta la terza caduta in quattro gare.
 
Lorenzo prova semplicemente a terminare la gara, ora in nona posizione superato anche da Alvaro Bautista. Pedrosa davanti alza il ritmo e porta a due secondi il vantaggio su Dovizioso mentre Rossi perde aderenze e cade a 11 giri dal termine  (rientra in 12ª posizione alle spalle di Bradl).
 
Pazzesca rimonta di Marc Marquez che a tre giri dal termine è quarto ad una manciata di decimi da Dovizioso, superato poco prima da Crutchlow. Un giro dopo lo spagnolo è sul podio a fare compagnia a Dani Pedrosa, primo, e Cal Crutchlow secondo.
 
Menzione per le due Ducati di Dovizioso e Hayden in quarta e quinta posizione e per l'ottava posizione di Michele Pirro (Pramac Racing), secondo miglior italiano con Rossi solo 12º dopo la caduta.

Tags:
MotoGP, 2013, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›