Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Marquez leader vero, vittoria e allungo

Non si accontenta della seconda posizione e nonostante un errore importante a metà gara recupera fino alla vittoria, la sesta stagionale. Lorenzo si arrende al rookie, cade Pedrosa, ne approffitta Rossi.  

Il Gran Premio IVECO de Aragon inizia nel warm-up lap per Hector Barberá che è costretto a partire dalla pit-lane con la seconda moto. Solita partenza perfetta di Jorge Lorenzo che brucia tutti con Marquez, Pedrosa e Rossi che provano ad inseguire. Nelle retrovie subito out Michael Laverty (PBM) e Danilo Petrucci (CameIodaracing Project).

Rossi perde terreno velocemente mentre Pedrosa, che oggi compie 28 anni, sembra averne per correre con Marquez. Intanto si ritira Cudlin, gara finita per il team PBM.

Sorpasso pulitissimo di Pedrosa su Marquez all’altezza della curva 7, mentre Lorenzo continua ad avvicinarsi, ma il momento decisivo non tarda ad arrivare: durante il settimo giro perché Marquez rischia e va dritto alla curva 12, mentre un attimo dopo Pedrosa è vittima di uno strano highside ed è costretto ad abbandonare la pista in barella. Ancora una volta il titolo si allontana quasi matematicamente per il numero 26.

Triste a dirsi, ma Rossi e Bradl ora vedono il podio e anche Crutchlow e Bautista non vogliono perdersi l’occasione. I quattro corrono divisi da poco più di un secondo con l’inglese che sembra essere il pilota con più ritmo.

Con 10 giri ancora da correre, Marquez ritorna su Lorenzo e si mette a condurre la gara. C’è gara sia per la vittoria che per la terza posizione.

Scappa Marquez che corre velocissimo e agguanta la sesta vittoria stagionale con Lorenzo,secondo, che ora deve recuperarne 39 di punti. Pedrosa, out, rimane terzo nel mondiale ma a 59 punti.

Sul podio anche Valentino Rossi, caparbio nel resistere agli attacchi dei giovani: Bautista e Bradl ci provano fino alla fine ma la spunta ancora una volta il 46. Chapeau.

Tags:
MotoGP, 2013, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›