Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Moto3™: tre modi di vincere un titolo

Uniti da un talento innato, Luis Salom, Maverick Viñales ed Alex Rins si presentano all’ultimo appuntamento 2013 con stagioni molto diverse tra loro. Pallottoliere a zero a Valencia, dove vincere sarà “sufficiente” per essere il nuovo Campione del Mondo.  

Semplicemente non era mai successo. Tre piloti, tre stili di guida, tre maniere di gestire le gare, tre modi di reagire alle avversità. Tre piloti in cinque punti. In comune una moto invicibile almeno quest’anno, la KTM, e un talento smisurato: Luis Salom (Red Bull KTM), Maverick Viñales (Team Calvo) e Alex Rins (Estrella Galicia 0’0) si presentano a Valencia praticamente a pari punti, ma con stagioni molto diverse tra loro. (La situazione più simile si ebbe nel lontano 1990 quando Stefan Prein, Loris Capirossi e Hans Spaan si presentarono all’ultima gara – Phillip Island – divisi da 9 punti).

Partiamo da Luis Salom: mai eccessivamente performante in qualifica con “solo” quattro pole position e ulteriori quattro prime file (in ben cinque occasioni è partito dalla seconda fila, in una dalla terza e in due addirittura dalla quarta), è spesso risultato letale in gara raccogliendo sette vittorie e quattro podi. Talento immenso, ma soprattutto grande senso tattico ed esperienza con appena 22 anni. Vedere Assen per credere.

Poco più che maggiorenne, Maverick Viñales ha fatto della costanza e della regolarità la sue armi migliori: appena due vittorie in stagione, il pilota del team Calvo però non è praticamente mai sceso dal podio (8 secondi posti, 5 terzi). Per non trovarlo a stappare champagne al termine di un GP c’è da tornare a Silverstone (4º a 151 millesimi di secondo dal 3º) o a Sepang (5º a sei decimi dal podio).

Chiudiamo con Alex Rins, lo scorso anno rookie of the year, in questa stagione croce e delizia del suo mentore Emilio Alzamora. Sei vittorie e ulteriori sette podi da una parte, tre gare “sciagurate” dall’altra. A Jerez (cade solo mentre era 2º), Brno (pasticcia con il compagno di squadra e chiude 4º) e Motegi (cade in solitaria mentre era 3º), Rins, pur partendo dalla pole position (7 quest’anno), lascia tantissimi punti per strada… Ma si può chiedere di più a un 17enne?

Luis Salom, Maverick Viñales e Alex Rins, in altri termini esperienza, costanza e freschezza. Dimenticatevi di tutto quanto detto fino ad ora: a Valencia vincere, non importa come, significa laurearsi Campione del Mondo Moto3™.

Tags:
Moto3, 2013, Alex Rins, Luis Salom, Maverick Viñales

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›