Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

MotoGP™: il titolo all'ultima gara

Nella storia del Campionato del Mondo MotoGP™ in varie occasioni il titolo è arrivato all'ultima gara. Ecco un elenco di tutti gli anni con un finale all'ultimo respiro

1950 - Umberto Masetti arriva all'ultima gara dell'anno, in casa a Monza, con un vantaggio marginale su Geoff Duke. L'italiano sulla Gilera quattro cilindri  e l'inglese su una monocilindrica Norton. Duke vince la gara, ma con la seconda posizione Masetti è campione per un solo punto.

1952 - Ancora una volta, Umberto Masetti arriva all'ultima gara dell'anno, con un leggero vantaggio nella corsa per il titolo , questa volta sul campione del 1949, Les Graham (MV Agusta) e sull'irlandese Reg Armstrong (Norton). Graham vince la gara, ma di nuovo Masetti, arrivando secondo, si aggiudica il titolo.

1957 - Libero Liberati (Gilera) vince l'ultima gara a Monza e strappa il titolo a Bob McIntyre (Gilera). Liberati aveva tagliato il traguardo al primo posto nel Gran Premio del Belgio ad inizio stagione, ma era stato squalificato per cambiar moto senza preavviso. Dopo la fine della stagione, Liberati era stato nuovamente riconosciuto come il vincitore legittimo del Gran Premio del Belgio, il che significa che, a posteriori, aveva vinto il titolo mondiale prima di venire in Italia per la gara conclusiva.

1966 - Due dei più grandi rivali di sempre, Mike Hailwood (Honda) e Giacomo Agostini (MV Agusta) si giocano il titolo nell'ultima gara di Monza. I due rivali si sfidano in testa alla corsa fino a quando la Honda di Hailwood ha un problema e Agostini si è aggiudica il primo di otto titoli mondiali 500.

1967 - In una ripetizione dello scorso precedente, Hailwood e Agostini arrivano all'ultima gara ancora in lotta per il campionato. L'esito del GP finale, corso in Canada per la prima e unica volta, vede la vittoria di Hailwood che raggiunge Agostini in classifica come numero di punti e vittorie (5 a testa). L'italiano però, con tre secondi posti (solo due per Hailwood) è di nuovo campione.

1975 - Giacomo Agostini è ancora una volta protagonista di un duello con un pilota britannico in una gara finale decisiva per il titolo. Questa volta lo sfidante è Phil Read, che aveva assunto il ruolo di pilota numero uno di MV Agusta e aveva vinto il titolo nei due anni precedenti. Read vince l'ultima gara a Brno, ma Agostini, passato alla Yamaha, con la seconda posizione (a più di un minuto) diventa il primo pilota a vincere il titolo nella classe regina sia su una moto a due tempi che a quattro tempi.

1978 - Kenny Roberts (Yamaha) approda all'ultima gara dell'anno al Nürburgring con un vantaggio di soli otto punti su Barry Sheene (Suzuki). Roberts conclude al terzo posto proprio davanti a Sheene e diventa il primo pilota americano a vincere il titolo nella classe regina.

1979 - Kenny Roberts approda all'ultima gara dell'anno alle prese con il giovane italiano Virginio Ferrari sul circuito di Le Mans. Dopo aver comandato nelle prime fasi della gara, Ferrari cade ed il titolo va a Roberts.

1980 - Per il terzo anno consecutivo il pilota Suzuki Kenny Roberts lotta per il titolo mondiale, questa volta contro il connazionale Randy Mamola sul circuito del vecchio Nurburgring (per l'ultima volta). A Roberts è sufficiente l'ottava piazza, ma i problemi meccanici di Mamola fanno il resto.

1981 - Per il secondo anno consecutivo, Randy Mamola arriva all'ultima gara della stagione, ad Anderstorp, con la possibilità di vincere il titolo. Marco Lucchinelli guida la classifica e deve chiudere almeno 5º nel caso Mamola vinca la gara. La prova si svolge in condizioni miste, sotto una leggera pioggia, e Mamola, dopo aver condotto nelle prime fasi perde posizioni fino a termine out dalla zona punti. Lucchinelli, con la nona piazza è campione.

1983 - Freddie Spencer (Honda), ha un vantaggio di cinque punti su Kenny Roberts (Yamaha) prima dell'ultima gara, dopo un polemico gomito a gomito nella penultima gara dell'anno in Svezia (vinta da Spencer). Per tutta la gara, ad Imola, Roberts prova a rallentare Spencer per permettere al suo compagno di squadra Eddie Lawson di raggiungerli e mettersi tra lui e l'inglese. Fast Freddie rimane secondo e si aggiudica il primo titolo 500 con Honda.

1989 - Ancora una volta, due piloti americani arrivano all'ultima gara dell'anno con la possibilità di titolo: Eddie Lawson (Honda) e Wayne Rainey (Yamaha). Lawson arriva all'ultima gara disputata sul circuito di Goiania (Brasile) con un comodo cuscino di punti. Lawson chiude secondo e si laurea campione dopo una tremenda battaglia con Rainey e Kevin Schwantz, che vincev la gara.

1992 - Dopo una partenza eccellente Mick Doohan (Honda) si infortuna gravemente ad Assen. Il suo vantaggio di 65 punti su Wayne Rainey (Yamaha) va diminuendo fino all'ultima gara quando l'australiano di Honda si presenta con soli 2 punti di vantaggio sul rivale. Storica gara di Doohan che deve però cedere il titolo a Rainey.

1993 - Formalmente il titolo si decide nell'ultima gara dell'anno, con Kevin Schwantz (Suzuki) a guidare la classifica con un vantaggio di 18 punti su Wayne Rainey (Yamaha). In realtà Schwantz aveva vinto il titolo due gare prima del GP d'Italia, quando Rainey si infortunò concludendo la sua carriera.

2006 - Valentino Rossi ( Yamaha ) arriva all'ultima gara dell'anno con otto punti di vantaggio sul rivale Nicky Hayden (Honda). Troy Bayliss, sostituto dell'infortunato Sete Gibernau vince la gara MotoGP™ davanti al suo compagno di squadra Ducati Loris Capirossi. Hayden conquista il terzo gradino del podio per diventare l'ultimo campione dell'era 990cc mondo dopo che Valentino Rossi, caduto al quinto giro, chiude solo 13º.

Tags:
MotoGP, 2013

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›