Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Catch-up dopo la stagione con Bradley Smith

Marc Marquez potrebbe aver scalato vette irraggiungibili avendo dominato il Rookie nel 2013, ma Bradley Smith è estremamente soddisfatto della sua stagione inaugurale nella classe regina. Ripercorriamola con l'inglese.

Compagno di scuderia Cal Crutchlow, alla Monster Yamaha Tech3, Smith ha compiuto il passaggio dalla Moto2 ™ alla MotoGP ™ segnando 116 punti in campionato e chiudendo la stagione nella top ten. Lungo la strada, il pilota nato a Oxford, ha raggiunto i primi dieci posti in 13 occasioni, nelle quali appaiono un trittico di notevoli sesti posti: Gran Premio di Catalunya, di Germania e d’Australia.

Bradley ci mostra il punto più alto e più basso della stagione 2013.

Ricordo di non essere stato molto felice dopo la prima gara, sicuramente una grande delusione. Questo è stato il momento più no dell’anno. Direi che il si è stato il miglioramento fatto durante tutto il campionato, non un momento in particolare, ma la continua progressione verso la parte finale della stagione.

Sei stato compagno di squadra Cal Crutchlow , quanto ti ha aiutato?

In termini di prestazioni, non molto. In termini di pressione, tantissimo; avere Cal vicino te la fa sentire molto. Come si comporta dentro i box e il modo in cui si pone verso la squadra creano un'atmosfera così positiva che, anche grazie ai risultati, aiuta nelle aspettative la squadra e gli sponsor. Ha fatto puntare su di se i riflettori con i podi e i buoni risultati. Per questo nutro verso di lui un grande rispetto; non importa quello che ho ottenuto nella stagione, mi ha permesso di concentrarmi su me stesso senza essere attorniato da distrazioni aggiuntive.

Hai firmato il contratto con il MotoGP ™ alla fine del 2011, dopo quell’offerta hai fatto un altro anno in Moto2 ™. Dopo la successiva dura stagione in Moto2 ™,nel 2012, hai ricevuto alcune critiche per quanto riguarda la tua nuova avventura nella classe regina. Senti di aver fatto abbastanza e aver messo a tacere i critici?

[Ride ] Non sono sicuro che si riesca sempre  a zittire tutte le critiche! Ci saranno sempre persone alle quali non piaci, che non credono in te, nulla di nuovo. Come in ogni altra cosa della vita: nei motori, in un lavoro d'ufficio, tra le celebrità , tra i comici ... ovunque! L'unica cosa negativa è che se ci si lascia influenzare ne risentono anche le tue prestazioni, ma mi piace credere che ho cambiato il punto di vista in un paio di persone.

Ora la situazione è cambiata; Pol Espargaro fa una squadra e tu diventi uno dei piloti più esperti del MotoGP ™, un po’ di pressione sulle spalle...

Assolutamente! E poi è normale. Era tanto che aspettavo questa occasione. Non è una situazione nuova e nel secondo anno di partecipazione si deve fare un passo in più verso il successo. E ' bello avere Pol all'interno del box: è attivo e già pronto per il 2014, avere qualcuno come lui aiuta un sacco. Penso che possiamo fare molto bene. E 'bello, spremerà tutti per pochi decimi.

Dopo l’ultima gara di Valencia sei corso subito sul ​​circuito Ricardo Tormo per il primo test pre-stagionale del 2014. Com’ è andata?

Il test è stato utilissimo. Per la Yamaha che ha avuto fede in me e mi ha dato la nuova moto è stata una cosa molto importante! Confesso, sono progredito e ho raggiunto un buon livello, me lo merito; è stato un grande traguardo lavorare secondo le mie idee e siglare un tempo sul giro molto competitivo – è veramente una cosa importante girare in inverno, ti infonde vigore e una buona iniezione di fiducia per la stagione successiva. Aiuta sempre.

Forse la decisione più importante nella off-season sarà dove vivere: resterai nella tua patria d'adozione, l’Andorra, o trascorrerai un po’ di tempo in Inghilterra?

C'è un po' di tempo fino ai primi test del 2014 in Malesia. Molto dipende dal programma di formazione per la prossima stagione e su ciò che un pilota decide di fare. L’Andorra è un posto fantastico ed è molto riparata dal freddo; ho trascorso due settimane fantastiche dopo la fine della stagione e sarò entusiasta di tornare ancora lì, ma naturalmente è bello vedere la famiglia e gli amici a Oxford che non ho potuto riabbracciare a causa dell’impegnativo mondo del MotoGP ™! Ad ogni modo, non nuoterò sotto il sole dell’America quest'anno e mi concentrerò più sulla formazione in Europa.

Non spendi molto del tuo tempo libero a visionare le immagini della stagione passata?

Quest'anno non ho potuto guardare molto, ma sarebbe bello rivedere i clip di me stesso e gli altri piloti Yamaha per capire cosa stanno facendo, per migliorare la mia guida ancora di più. Si può imparare un sacco dal video: cosa aspettarsi nelle gare, come sono le dinamiche di una competizione studiando i tempi sul giro. Le qualifiche e i primi cinque giri sono particolarmente importanti, credo ci sia molto da imparare dalle immagini. Devi fare sempre i compiti a casa!

In questo momento, qual è l'obiettivo Bradley Smith per la stagione 2014 del MotoGP ™ ?

Combattere contro le moto satelliti. Non quello che ha fatto Cal, che è finito sul podio e ha fatto un sacco di grandi cose quest'anno. Io sarò probabilmente un passo indietro a duellare con Bautista (GO & FUN Honda Gresini ) e Bradl (LCR Honda MotoGP ). In alcune gare ho intenzione di andare meglio di loro, come faranno loro con me a volte.

La domanda più importante di tutte: come avere una super forma fisica, da vero professionista della MotoGP ™, anche dopo aver mangiato troppi cioccolatini e dolci a Natale ... ?!

[Ride ] E ' un omicidio! Ma, alla fine, è uno stile di vita. Siamo fortunati che abbiamo una moto da cavalcare durante la gara. Sono sicuro che negli altri sport sia peggio, ad esempio per fantini,  il Natale deve essere un incubo! Io sono fortunato, ci sono diverse settimane tra Natale e l'inizio della stagione, quindi se prendo troppo peso concedendomi qualche cosa in più, avrò tutto il tempo per smaltire!

 

Tags:
MotoGP, 2014, Bradley Smith, Monster Yamaha Tech 3

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›