Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La MotoGP™ a Sepang per le nuove sfide del 2014

La MotoGP™ a Sepang per le nuove sfide del 2014

La prossima settimana in Malesia si svolgeranno i primi test invernali  della MotoGP™ che di fatto segnano l’inizio della stagione 2014. La novità di quest’anno è rappresentata dalla categoria delle 'Open' che affiancheranno le moto ufficiali e quelle satellite. E come sempre sarà l’occasione per imparare conoscere team e protagonisti.  

Le nuove moto in configurazione 2014 hanno già fatto la loro prima apparizione nella due giorni di Valencia a novembre ma, come da tradizione, si inizia a far sul serio a partire dal Circuito Internazionale di Sepang, che sorge alla periferia di Kuala Lumpur.

I temi caldi di questa pre-season vertono sulla dualità tra le ufficiali 'Factory' e le Production Racer 'Open', che di fatto hanno decretato la scomparsa delle CRT. Inoltre, il primo round di Sepang sarà la prima delle due occasioni in cui saranno presenti tutte le squadre e i piloti della MotoGP: a Phillip Island infatti (dal 3 al 5 marzo), è prevista una sessione speciale di test tutta incentrata esclusivamente sugli pneumatici, in cui vedremo in azione però solo i piloti e le moto ufficiali.

Marc Márquez, che nel frattempo ha deciso di conservare il “suo” 93 sulla carena, rinunciando al “numero 1” che spetta di diritto al Campione del Mondo in carica, continuerà lo sviluppo con il Repsol Honda Team. Dall’altra parte del box, Dani Pedrosa si troverà a lavorare per la prima volta senza il suo mentore di lunga data Alberto Puig. Grande interesse anche per l’altro cambiamento al vertice nello staff di Valentino Rossi, con il nuovo capo tecnico Silvano Galbusera in sostituzione dell’australiano Jeremy Burgess.

Il 2014 segna per il Ducati Team l'inizio di una nuova era. Andrea Dovizioso ritrova Cal Crutchlow (già suo team-mate quando i due militavano alla Monster Yamaha Tech3) e soprattutto Gigi Dall'Igna, ex uomo-chiave Aprilia, la cui figura rappresenta la volontà di imprimere quella svolta radicale che in molti auspicano. L'Ingegnere italiano, nel ruolo di Direttore Generale di Ducati Corse, ha come primo obiettivo quello di migliorare la comunicazione tra gli uomini che operano sui circuiti e il quartier generale di Borgo Panigale. A supportare gli sforzi del Ducati Team in questo primo test malese, ci sarà anche il pilota collaudatore Michele Pirro, così come i tester Katsuyuki Nakasuga (Yamaha Factory), Wataru Yoshikawa e Kosuke Akiyoshi (HRC).

Anche i piloti satellite sono pronti ad accettare nuove sfide. Stefan Bradl (LCR Honda MotoGP) tornerà a Sepang per la prima volta dopo la frattura alla caviglia rimediata  proprio qui durante la gara dello scorso anno, mentre il Campione del Mondo in carica della Moto2™, Pol Espargaró (fratello minore di Aleix), si ritroverà accanto a Bradley Smith sulla M1 del team Monster Tech3. Per la squadra francese l’avvicinamento ai test è stato tutt’altro che tranquillo, visto l’allagamento della sua struttura di Bormes-les-Mimosas della scorsa settimana.

L’elenco dei piloti satellite si completa con Álvaro Bautista (GO & FUN Honda Gresini) e Andrea Iannone (Pramac Racing Ducati). I loro rispettivi compagni di squadra, Scott Redding (vice-Campione della Moto2) e Yonny Hernandez correranno sulle nuove 'Open'. Inoltre, la struttura di Gresini Racing sarà l'unica del campionato a montare sospensioni Showa e freni Nissin su entrambe le moto.

Tutte le moto della classe regina utilizzeranno una centralina elettronica (ECU) fornita da Dorna nell'ottica della gestione e della riduzione dei costi in MotoGP™. Eppure, vi sono diverse sottili differenze tra le Factory e le Open. Quest’ultime utilizzeranno un software dell’italiana Magneti Marelli, mentre le ufficiali potranno continuare a utilizzare dei propri programmi specifici. Tuttavia, i piloti Open avranno a disposizione 12 motori nell’arco della stagione da sviluppare liberamente, contro i 5 propulsori delle Factory che invece non potranno subire alcuna modifica. In più, mentre le moto della neonata categoria potranno usufrire di un serbatoio di 24 litri, le GP vedranno la loro capacità ridursi a 20 litri (uno in meno del 2013).

Tra i rider che beneficeranno delle suddette nuove regole, troviamo i piloti Honda Scott Redding (GO&FUN Gresini), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) e la coppia (Drive Team M7 Aspar) composta da Hiroshi Aoyama e Nicky Hayden,  Campione del Mondo 2006 e di nuovo in forza alla casa di Tokio dopo cinque anni. Dall’altro lato la Yamaha risponde con un pacchetto FTR comprendente motore, telaio e sospensioni fornito al team NGM Mobile Forward, che correrà con Colin Edwards e Aleix Espargaró.

Sulla griglia di quest’anno, vedremo infine un bel pò di volti nuovi. A competere per il titolo di 'rookie-of-the-year' ci saranno Pol Espargaro e Scott Redding (rispettivamente Campione in carica e vice-Campione della Moto2™), l’inglese Leon Camier (vincitore del titolo British Superbike nel 2005 e 2009) con il progetto IodaRacing - team non presente a Sepang 1, l’australiano Broc Parkes (che di recente ha firmato con PBM) e il francese Mike di Meglio (Campione del Mondo 125cc nel 2008) al debutto nella classe regina con Avintia Racing dopo l’infortunio del finale di stagione.

Il primo Test Ufficiale del 2014 si svolgerà tra le giornate martedì e giovedi della prossima settimana, con sessioni in pista dalle 10:00-18:00 ora locale (GMT +8).

Programma completo dei test pre-season MotoGP™ 2014:

04-06 febbraio : Sepang 1

26-28 febbraio : Sepang 2

03-05 marzo : Phillip Island (pneumatici)

07-09 marzo : Losail

Tags:
MotoGP, 2014

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›