Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Riprendono i test di Sepang, ma senza Marquez

Riprendono i test di Sepang, ma senza Marquez

Da mercoledì a venerdì sul Sepang International Circuit ci saranno tre giorni molto intensi per la MotoGP™. Sarà l’ultima occasione per le Case Ufficiali di girare in pista con i diretti rivali. Unico grande assente: il Campione del Mondo, Marc Marquez ...

Subito dopo Sepang, i piloti ufficiali Repsol Honda, Yamaha Factory e Ducati Team si metteranno in viaggio alla volta di Phillip Island per un test specifico sul consumo e la durata delle gomme. Nel frattempo a Sepang, i piloti sono già arrivati e non vedono l’ora di riprendere i loro programmi da dove avevano lasciato.

La prima “sorpresa”, anche se lontano dalla pista, è già arrivata. Il Campione del Mondo in carica, Marc Marquez, sarà il grande assente della seconda tappa malese dopo essersi rotto il perone destro in un incidente di dirt-track mercoledì scorso. Il 21enne resterà a riposo per due settimane e potrebbe anche rischiare di perdere i test di Phillip Island. La sua priorità è comunque il pieno recupero prima della gara inaugurale in Qatar, domenica 23 marzo.

Forse lo sfortunato incidente di Marquez gioverà al suo compagno di squadra Dani Pedrosa e ai rivali della Yamaha Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, che potranno ultimare le loro scalette in programma nei test senza l’azione “disturbatrice” del talento di Cervera.

Dall’altra parte il Ducati Team ha invece una grande decisione da prendere e molto probabilmente la loro scelta potrebbe essere rivelata proprio a Sepang: tutte le loro moto correranno con le specifiche “Open”? Sin dalla precedente sessione in Malesia, la Casa italiana ha analizzato accuratamente tutti i dati raccolti dalla Open Pramac Racing di Yonny Hernandez. Se decidesse di correre con le Open, Ducati - ora sotto la guida tecnica di Gigi Dall'Igna – potrebbe in tal modo continuare lo sviluppo dei suoi motori nel corso della stagione, a differenza di quanto imposto alle Factory.

A proposito di Open, i piloti in sella alla nuova Honda RCV1000R saranno impegnati a dover necessariamente ridurre il gap dalla vetta - non ultima la Drive M7 Aspar di Nicky Hayden, particolarmente allarmato circa la mancanza di potenza. Dall’altra sponda, il team NGM Mobile Forward Racing è ancora galvanizzato per l’impressionate quarto posto assoluto di Aleix Espargaro poche settimane fa. Il tutto senza dimenticarci delle Factory satellite: quanto saranno vicine le Open alle Honda LCR di Stefan Bradl e GO&FUN Gresini di Alvaro Bautista, o alle altre Pramac Racing e Monster Yamaha Tech3?

Ma a Sepang non ci saranno proprio tutti. L’inglese PBM ha reso noto che il team continuerà i preparativi nel suo laboratorio prima di ricongiungersi col gruppo a Losail, mentre IodaRacing Project deve ancora cimentarsi nella sua prima uscita in pista del 2014. Infine, i piloti continueranno a testare il nuovo sistema della strumentazione, che segnalerà con apposite luci quanto mostrato in pista dalle bandiere.

I test si svolgeranno dalle 10:00 alle 18:00 ora locale (GMT +8) tra mercoledì 26 e venerdì 28 febbraio. Motogp.com offrirà come sempre live timing e report, nonché video aggiornamenti e tutto quanto accadrà nelle tre giornate.

Tags:
MotoGP, 2014

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›