Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il suo cognome è Sheene e corre per divertirsi

Il suo cognome è Sheene e corre per divertirsi

Barry Sheene è stato un’icona dei ‘70 e suo figlio Freddie ha di recente fatto la sua apparizione nel FIM CEV Repsol – con l’unico obiettivo di divertirsi!

Il compianto Barry Sheene è stato due volte Campione del Mondo con 23 Gran Premi vinti all’attivo, ma soprattutto ha fatto appassionare il mondo per il suo personaggio.

Un nome che pesa dunque, ma suo figlio Freddie non sembra affatto preoccupato di calcare le orme paterne. Il giovane erede due settimane fa era impegnato a Jerez con la prima gara della stagione del FIM CEV Repsol, trovando peró anche il tempo per un veloce scambio di battute sulla possibilitá di un’apparizione in Moto2™ in sella a una Yamaha.

Freddie, benvenuto al FIM CEV Repsol! E’ un piacere vederti qui. Cosa ti ha fatto decidere di venire a gareggiare?

Stavo iniziando a correre su alcune piste in Inghilterra e ho incrontrato Mark, il proprietario del team. Mi ha dato l’opportunitá di correre qui, dove aveva corso anche lui e il cliam è ottimo!

Hai dichiarato di non avere molta esperienza nelle corse…

Ho corso la mia prima gara l’anno scorso a Donington, e ne ho fatte un altro paio per conseguire la licenza. Sono qui adesso per correre il FIM CEV Repsol con i ragazzi della Moto2.

Che obiettivo ti sei dato nelle corse?

Compio 26 anni quest’anno, non ho obiettivi precisi e non ho pianificato di arrivare ad alti livelli. Prendo quel che viene e semplicemente penso a divertirmi. E’ quell che ho sempre fatto: divertirmi andando in moto.

Cosa ti ha fatto iniziare a quest’etá?

Quando ero piú giovane, non ero preso con le moto e mio padre non mi ha mai forzato ad iniziare. Per andare a scuola prendevo la moto, sono cresciuto così. Piú tardi, a circa 20 anni, mi sono trasferito in Inghilterra. Molti dei miei amici erano nelle corse e ho iniziato a guardarli. Poi l’anno scorso ho iniziato a correre anch’io e mi è piaciuto veramente.

Quanto è difficile correre con il cognome che porti?!

[ride] Non direi che è difficile! Hai sempre gli occhi puntati addosso, ma noon sento alcuna pressione perchè lo sto facendo per me stesso e l’unica ragione che ho è divertirmi. Qualcuno puó vedermi dall’esterno e pensa che lo stia facendo per diventare il futuro ‘Barry Sheene’, ma non è così. Sono realista e so dove posso arrivare, al momento corro solo per divertirmi e piú avanti ne riparleremo...

Tags:
MotoGP, 2014

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›