Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

La Moto2™ in attesa del terzo vincitore in Argentina

In attesa di atterrare sul nuovo circuito Termas de Rio Hondo in Argentina, la Moto2™ è l'unica classe del Campionato del Mondo che può vantare due diversi vincitori nelle prime due gare. Data l’inedita location, chi sará il terzo?

La classe intermedia finora ha mostrato sicuramente una certa varietá. In Qatar e in Texas, per esempio, ben cinque piloti diversi si sono alternati sui due podi. Tito Rabat è stata l'unica costante in entrambi gli appuntamenti (rispettivamente 1º e 2º), confermandosi il vero favorito del Campionato. Anche se il fresco vincitore di Austin, il 19enne Maverick Viñales, ha impressionato piú di qualsiasi altro rookie della categoria. Lo spagnolo sembra aver dalla sua l’opportunità di emulare Marc Marquez e magari saltare alla classe regina all'età di soli 20 anni. E' ancora presto, ma il pilota del team Pons HP 40 vorrá confermare anche in Argentna che in Texas non era solo un fuoco di paglia.

Il team di Rabat, il Marc VDS Racing, dopo aver risolto alcuni problemi tecnici ha finalmente potuto lottare per la pole position e il podio: il finlandese Mika Kallio ora spera di battere il suo compagno di squadra per la prima volta quest'anno. Buone chance anche per Tom Luthi (Interwetten Paddock Moto2) e Simone Corsi (NGM Forward Racing), ma sanno bene di doversi impegnare di piú qualifica. La coppia Mapfre Aspar Team Moto2 è alla disperata ricerca di un buon risultato sul nuovo circuito argentino, con Nico Terol che non ha ancora conquistato punti. Sicuramente piú felici in Texas, Anthony West (QMMF Racing Team) e il tandem Tech 3 Marcel Schrotter e Ricky Cardus, che hanno raggiunto la top ten nel secondo appuntamento.

Quali sono le probabilità di un nuovo vincitore per la Moto2™? Molto alte, a giudicare dagli ultimi dati. Nell'ultima occasione in cui la classe intermedia ha visitato una nuova sede è stato l’anno scorso in Texas: allora fu Nico Terol a conquistare la sua prima vittoria nella classe...

Tags:
Moto2, 2014

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›