Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

La storia dei Grand Prix in Argentina

L'Argentina rientra nel calendario del Campionato del Mondo dopo un'assenza di 15 anni, motogp.com ripercorre la breve storia dei Gran Premi disputati nel paese sudamericano.

1961 - L'evento finale dell'anno si tenne a Buenos Aires, una prima assoluta per un Gran Premio al di fuori dell'Europa. Non tutti i top rider vi parteciparono e la gara delle 500cc fu vinto dall’argentino Jorge Kissling sul connazionale Juan Carlos Salatino. Questo evento viene spesso ricordato per quel che avvenne nella classe 125cc, quando il pretendente al titolo Ernst Degner, pilota della Germania Est, non partì consegnando di fatto il campionato nelle mani dell'australiano Tom Phillis, che vinse anche la gara e regaló alla Honda il primo titolo nella categoria 125cc.

1962 - Ancora una volta, il Gran Premio fu disertato dai top rider GP di allora. I piloti argentini conquistarono di nuovo il successo nella classe regina, con Benedicto Caldarella vittorioso davanti a Juan Carlos Salatino, sempre secondo. La gara delle 250cc fu vinta dal 46enne Arthur Wheeler - il pilota più anziano a vincere un Gran Premio nonchè l'ultima delle 45 vittorie nei GP della Moto Guzzi. Il neozelandese Hugh Anderson vinse le gare delle 50cc e delle 125cc, entrambe in sella alla Suzuki. Ernst Degner arrivó secondo nella gara 50cc aggiudicandosi in tal modo il titolo mondiale - il primo in assoluto per la Suzuki.

1963 - Campione del Mondo Mike Hailwood corse in Argentina per la prima volta sulla MV Agusta e dominó letteralmente su tutti gli altri piloti, doppiandoli. Hugh Anderson su Suzuki vinse di nuovo la gara delle 50cc, Jim Redman su Honda conquistó la vittoria nella 125cc mentre in 250cc Tarquinio Provini diede alla Morini l’ultima vittoria.

1981/82 - Dopo un intervallo di 17 anni, il Grand Prix tornó in Argentina nel 1981, sempre a Buenos Aires. L'evento di quell’anno riguardó le gare delle categorie 125cc, 250cc e 350cc, vinse rispettivamente da Angel Nieto, Jean-Francois Balde e Jon Ekerold. Nel 1982 venne inserita anche la classe 500cc, la cui gara fu vinta da Kenny Roberts su Barry Sheene, con Freddie Spencer al terzo posto portando al debutto il nuovo tre cilindri Honda a due tempi. Angel Nieto diede alla Garelli la sua prima vittoria nel Gran Premio della classe 125cc e Carlos Lavado vinse la gara 350cc.

1987 - Quattro anni dopo, l'Argentina divenne nuovamente teatro della gara finale; questa volta, con le sole classi 250cc e 500cc, si aggiudicarono le vittorie Sito Pons e Eddie Lawson.

1994-95, 98-99 – Negli anni ’90 il Gran Premio argentino riapparì in ben quattro occasioni, senza mai diventare un appuntamento fisso nel calendario. Nel 1994, Jorge Martinez vi conquistó l'ultima delle sue 37 vittorie nei GP e fu l'ultima per la Yamaha nella classe 125cc. Forse l'episodio più rilevante fu quello della classe 250cc nel 1998, quando i compagni di squadra in Aprilia Loris Capirossi e Tetsuya Harada si presentarono alla gara finale in Argentina separati da soli due punti. Il titolo si decise in seguito alla collisione fra i due piloti all'ultima curva, con Harada in terra e Capirossi campione del mondo. Nel 1999, Emilio Alzamora arrivó secondo nella gara 125cc aggiudicandosi il titolo mondiale senza aver vinto nemmeno una gara per 1 solo punto sul rivale Marco Melandri, che tentó in tutti i modi di rallentare la corsa e indurlo all’errore.

Tags:
MotoGP, 2014

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›