Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Rabat davanti nonostante la caduta

Lo spagnolo del team Marc VDS Racing si è reso protagonista di un’innocua scivolata nelle FP1 del Gran Premio bwin de España della categoria Moto2™, riuscendo ugualmente a chiudere in testa la sessione davanti al compagno di squadra Mika Kallio e al rookie Jonas Folger (AGR Team).

La classe intermedia passa all’azione sulla pista andalusa di Jerez de la Frontera, teatro del quarto round della stagione 2014. Diversi i temi di interessi della categoria, a cominciare dal ritorno nelle alte sfere dell’ex Campione del Mondo Nico Terol (Mapfre Aspar): lo spagnlo si piazza provvisoriamente in testa nei primi minuti della sessione. Altra vecchia conoscenza a riaffacciarsi in pista è il thailandese Wilarot, qui chiamato a sostituire l’infortunato Josh Herrin nel team AirAsia Caterham MotoRacing al fianco di Johann Zarco.

I tempi iniziano a scendere rapidamente e, galvanizzato anche dal terzo posto alla precedente gara del Termas de Rio Hondo,  Luis Salom (Pons HP 40) si fa vedere nella top 3. Non è da meno l’altro protagonista dell’ Argentina, Xavier Simeon (Federal Oil Gresini) che ne approfitta per rifarsi sotto, incalzato anche da Sandro Cortese (Dynavolt Intact GP) che sembra essersi lasciato alle spalle le difficoltá incontrate nel Gran Premio sudamericano.

Ma siamo in terra spagnola e i padroni di casa vogliono ben figurare: Tito Rabat (Marc VDS Racing) entra in pista e fa swegnare subito il miglir crono della sessione. Il leader del mondiale guida in maniera aggressiva e commette un piccolo errore: una innocua scivolata che, seppur non compromettendo la sua performance lo rallenta. E i rivali ne approfittano per rifarsi sotto. Accade così che negli ultimi minuti il compagno di squadra Mika Kallio e il tedesco Jonas Folger (AGR Team) accorciano le distanze...

Guarda i tempi delle FP1 della classe Moto2™ a Jerez

Tags:
Moto2, 2014, FP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›