Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Primo podio con dedica per Folger in Moto2™

Il rookie tedesco Jonas Folger conferma le aspettative e conquista il podio a Jerez de la Frontera.

Karlos Argiñano vede per la prima volta ricompensati i grandi sforzi per mantenere una squadra nel Campionato del Mondo Moto2™, un team che si sforza di migliorarsi ogni anno. Il pilota tedesco Jonas Folger ha confermato il suo talento cristallino con il terzo gradino del podio nella ‘Cattedrale spagnola del Motociclismo’.

La gara di Jerez parte dalla 7° posizione sulla griglia. Alla primo giro, Folger è bravo a porsi in alle spalle dei veterani Mika Kallio e Dominique Aegerter, mantenendo sino alla fine la posizione conquistata e sommando a questa anche il merito di aver fatto registrare anche il giro più veloce. Per la seconda volti a punti a in questa stagione, il pilota tedesco raggiunge gli altri rookies Maverick Viñales e Luis Salom, mentre si attesta all’11° posto in classifica generale:

"Ho spinto al limite, è stata una delle gare più dure che abbia mai fatto. Al debutto in Moto2 abbiamo già dimostrato di poter essere veloci, ma finora non era mai accaduto in gara. Ero a mio agio con la moto, le gomme hanno lavorato bene e ho cercato di star davanti senza commettere errori. Rabat si era avvicinato pericolosamente e mi sono un po’ innervosito, ma sono stato comunque in grado di regalare il primo podio alla mia squadra. Abbiamo fatto un gran lavoro."

Il patron del team, Karlos, riferisce che sua figlia Amaia (telemetrista di Jonas) aveva già previsto tutto dal Warm-Up della domenica mattina. Ma il team Argiñano & Ginés Racing, alla sua terza stagione nel Mondiale, ha una dedica tutta speciale per questo suo storico primo podio raggiunto: a Ginés Guirado, il suo direttore sportivo scomparso nell’ottobre 2012:

“Se io sono qui, devo tutto a Ginés Guirado. Da quando se n’è andato abbiamo ricominciato tutto da capo. Ho promesso però a sua moglie Gemma e suo figlio Alex che non saremmo usciti senza ottenere un podio. Continueremo a fare del nostro meglio, vediamo cosa succederà adesso. Sono orgoglioso della mia carriera, in 65 anni ho avuto tanti giorni felici e oggi è uno di questi. La scommessa di puntare su Jonas ha dato i suoi frutti: è un pilota forte e deciso, ma anche umile. Quando ho visto Rabat avvicinarsi mi sono preoccupato, ma le gomme hanno retto e Jonas ci ha dato il nostro primo podio."

Tags:
Moto2, 2014, Jonas Folger, AGR Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›