Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Iannone: ‘qui sono veloce con ogni tipo di mescola’

Iannone: ‘qui sono veloce con ogni tipo di mescola’

Andrea Iannone conclude questa prima giornata di prove libere fermandosi ad un soffio dalla prima posizione. Yonny Hernandez riesce a migliorarsi riducendo di oltre un secondo e mezzo il suo miglior giro della mattina.

Insolita giornata di sole al circuito di Le Mans che nelle passate edizioni ha accolto la MotoGP con il brutto tempo. Andrea Iannone già dal primo minuto delle FP1 ha iniziato a lavorare sulla messa a punto della sua D16 per puntare alle posizioni che contano. A fine turno il ventiquattrenne di Vasto aveva fatto registrare ben ventuno giri.

La classifica della prima sessione di prove libere vedeva i primi deci piloti in meno di un secondo, con il pilota Pramac Racing in nona posizione. Andrea ha poi svolto un eccezionale seconda sessione, fermando il cronometro a soli “007 dal miglior tempo fatto registrare da Marquez con il crono di 1’33”452:

“Sono molto contento di come abbiamo concluso la giornata. Sono soddisfatto di essere a soli sette millesimi da Marquez, che sta dominando questo campionato dalla prima gara. Abbiamo fatto un buon lavoro; il tempo è arrivato con la gomma morbida ma qui sono veloce anche con quella dura, ho notato che non c’è molto distacco dai primi e che il passo è buono. Continueremo a lavorare sulla moto per migliorare alcuni dettagli e per continuare a puntare alle prime posizioni.”

Yonny Hernandez  ha utilizzato il primo turno di prove libere per entrare in sintonia con il circuito mai affrontato prima in sella ad una Ducati, chiudendo la sessione in sedicesima posizione. Nel secondo turno il colombiano fa un notevole balzo in avanti concludendo a ridosso della top ten:

“Sono riuscito a migliorarmi rispetto alla prima sessione di prove libere di questa mattina e concludere la giornata davanti al pilota ufficiale Ducati Cal Crutchlow. Domani voglio migliorare ancora e punto a fare una qualifica migliore rispetto alle gare precedenti. Sto lavorando per usare la gomma morbida in gara ma c’è ancora del lavoro da fare con i miei tecnici prima di decidere quale mescola utilizzare. Per fortuna quest’anno anche le condizioni climatiche sono dalla nostra parte.”

Tags:
MotoGP, 2014, MONSTER ENERGY GRAND PRIX DE FRANCE, Andrea Iannone, Yonny Hernandez, Pramac Racing

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›