Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Tris stagionale per Tito Rabat

Tris stagionale per Tito Rabat

Lo spagnolo del team Marc VDS Racing vince sul spettacolare circuito del Mugello la sua terza gara della stagione avendo la meglio sul connazionale Luis Salom (Pons HP 40) e sul tedesco Jonas Folger (AGR Team). Simone Corsi è 4º al videofinish, autore di una straordinaria rimonta.

Grazie a una tattica impeccabile, Tito Rabat (Marc VDS Racing) conquista la vittoria al Gran Premio d’Italia TIM 2014 sul circuito del Mugello. Sul podio con lui, i due rookie della categoria Luis Salom e Jonas Folger, sempre piú a loro agio. Per Tito si tratta della terza affermazione stagionale, che gli consente di incrementare il vantaggio in classifica sul compagno di squadra Mika Kallio.

Quest’oggi il finlandese è rimasto attardato nel secondo gruppo, duellando a lungo con lo svizzero Aegerter, ma alla fine entrambi hanno dovuto piegarsi alla prestazione di Simone Corsi: dopo le disastrose prove di ieri (22ª posizione in griglia di parteza), il romano del team NGM Forward Racing si rende protagonista di una straordinaria rimonta culminata sul traguardo e risoltasi solo al videofinish.

Jonas Folger, primo nel Warm-Up della mattina, prende il comando delle operazioni allo spegnimento del semaforo, bruciando gli spagnoli alle sue spalle. Alla Casanova-Savelli, poprio un contatto tra Luis Salom (Pons HP 40) e Tito Rabat (Marc VDS Racing) fa perdere terreno a quest’ultimo, che peró è bravo a restare in carreggiata. Nella stessa curva l’americano Josh Herrin (AirAsia Caterham) saluta la compagnia. Lo svizzero Dominique Aegerter (Technomag carXpert) è quarto, ma a sua volta messo nel mirino del finlandese Mika Kallio, autore di una istantanea rimonta dalla 11ª posizione della griglia.

L’altro pilota elvetico, Tom Luthi (Interwetten Paddock) finisce fuori causa perchè toccato da Takaaki Nakagami (Idemitsu Honda Asia) alla San Donato. Alla Scarperia-Palagio scivola via anche Mattia Pasini (NGM Forward Racing) mentre stava cercando di recuperare posizioni importanti. Nelle retrovie è lotta aperta tra Jordi Torres (Mapfre Aspar), Franco Morbidelli (Italtrans Racing) e Maverick Viñales, con quest’ultmo che riesce a sbarazzarsi con un gran manovra degli avversari.

Jonas Folger (AGR Team) non riesce a scappar via e Luis Salom gli mangia metri preziosi; ma è soprattutto Tito Rabat a ricucire lo strappo iniziale a 10 giri dalla fine. Il pilota del team Pons sente il percolo del ritorno del connazionale e decide peranto di saltare Folger; Rabat non si fa pregare e gli si incolla agli scarichi in seconda posizione. Anzi, non domo, appena un giro piú tardi, il leader della classifica iridata rompe gli indugi per passare al comando della corsa. A 5 giri dalla fine è il romano Simone Corsi a rendersi protagonista di una straordinaria rimonta fino al 4º posto assoluto: un risultato straordinario che cancella il rammarico delle disastrose qualifiche che l’avevano relegato ieri alla 22ª posizione sulla griglia.

Il pilota del team NGM Forward Racing peró non puó star tranquillo: Mika Kallio, Dominique Aegerter e Johann Zarco gli sono alle calcagna. Nulla puó Jonas Folger al terzo posto: il tedesco si gode lo spettacolo offerto dai due apripista spagnoli. Fino a quando, a 2 tornate dal termine, Tito Rabat non piazza l’allungo decisivo che gli vale anche il nuovo record della pista. Ci prova in tutti i modi Luis Salom, avvicinandosi pericolosamente all’altezza del Correntaio, ma Rabat gli risponde nella chicane delle Biondetti e va a vincere la sua terza gara su sei appuntamenti stagionali. Jonas Folger conferma la sua crescita col 3º posto, Simone Corsi riesce ad avere la meglio su Aegerter all’ultima curva.

Guarda i risultati della gara della classe Moto2™ al Mugello

Tags:
Moto2, 2014, GRAN PREMIO D'ITALIA TIM, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›