Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Le battaglie continuano a casa di Marquez

Al Mugello si èe visto di tutto: i 300 Grand Prix di Rossi, la pioggia al venerdì e uno dei migliori combattimenti mai viste in pista grazie a Marc Marquez e Jorge Lorenzo. Ma a Barcellona sono gli spagnoli a giocare in casa.

Difficilemte dimenticheremo il Gran Premio d’Italia 2014. Mentre lo scorso anno Rossi uscì al primo giro, quest’anno ha rivisto finalmente il podio, con i due spagnoli davanti a combattere duramente nella seconda metà della gara, scambiandosi le posizioni in diverse occasioni e passandosi lì dove non si ci sarebbe mai aspettato. Una domenica memorabile sotto un sole bellisimo sole italiano. Alla fine però, è stato lo stesso ragazzo, Marc Marquez, a uscire a testa alta toccando quota 150 punti in classifica: il punteggio più alto mai registrato per il primo terzo della stagione.

In Italia, Marquez è stato aiutato tantissimo dai suoi meccanici del team Repsol Honda che, nella sessione mattitina del Warm-Up della domenica, sono intervenuti con delle modifiche ai rapporti della sesta Marcia per aver maggior velocità: una mossa decisive per la vittoria . Nel frattempo il compagno di squadra, Dani Pedrosa, ha lottato fino al quarto posto, stringendo i denti a causa dei problemi derivanti dall’infortunio al braccio e ora spera di recuperare in tempo per il GP di Catalunya.

Anche dietro i ‘Fantastici 4’ gli altri si sono difesi bene. Pol Espargarò ancora una volta ha concluso nella top five le Ducati dell’ufficiale Andrea Dovizioso e del satellite Andrea Iannone hanno chiuso rispettivamente in sesta e settima posizione dinanzi al pubblico di casa. Il maggiore dei fratelli della MotoGP, Aleix Espargaro, ha invece descritto il weekend del Mugello come la sua 'peggior gara dell'anno' finora.

Molti altri sono alla ricerca di riscatto al Circuit de Barcelona-Catalunya. Al Mugello Bradley Smith è rimasto contrariato dalla scelta delle gomme anteriori, sapendo anche prima scivolare lontano dalla battaglia che la sua scelta era stata sbagliata. Stefan Bradl è stato molto sfortunato, per aver subito ben due incidenti spettacolari (uno in Warm-Up e uno in garaa), che hanno fatto letteralmente volare per aria il pilota tedesco. Per quanto riguarda Hector Barbera, il pilota Avintia Racing è stato influenzato da problemi al cambio e costretto a parcheggiare la sua moto sul prato; per lui l’obiettivo è ora quello di finire la gara sul circuito di casa.

L'anno scorso in Catalunya, Dani Pedrosa imposto un ritmo forsennato in qualifica, battendo il giro record di Casey Stoner che resisteva da cinque anni e ottenendo pertanto il diritto di partire dalla pole position. La domenica, fu poi Jorge Lorenzo a sigillare la vittoria il suo secondo successo consecutive al Montmelò. Il Campionato del Mondo ritorna su questo tracciato per il 23° anno di fila: la prima gara 500 si corse nel 1992 (con il nome di Gran Premio d'Europa) e video il campione del mondo Wayne Rainey battere Mick Doohan per appena 57 millesimi.

Se Marquez si affermasse anche qui, diventerebbe il pilota più giovane (a 21 anni e 118 giorni) a vincere sette gare consecutive nella classe regina. Qualora ci riuscisse, sottrarrebbe il record a valentino Rossi, ma possiamo star sicuri che Lorenzo, Pedrosa e lo stesso 'Dottore' faranno tutto quanto in loro potere per fermare il Campione del Mondo.

Le prove della MotoGP™ al Gran Premi Monster Energy de Catalunya inizieranno venerdì 13 giugno alle 9:55 ora locale (GMT +2), con la gar ache scatter domenica 15 giugno alle ore 14:00. Potrete seguire tutto quanto accade in pista live su motogp.com.

Tags:
MotoGP, 2014

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›