Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Marquez vince in solitaria, primo podio per Bastianini

Il pilota spagnolo stranvince sul circuito di casa regalando alla Honda la vittoria nella categoria cadetta. Uno straordinario Enea Bastianini (Junior Team GO&FUN Gresini) si batte come un leone e dopo la prima fila di ieri, conquista in gara il primo podio della carriera. Terzo è Efren Vazquez.  

Le giovani promesse del motociclismo non deludono le aspettative e ci regalano ancora una volta una corsa eccezionale. Alex Marquez (Estrella Galicia 0,0) vince la prima gara della stagione in solitaria, prendendo subito un buon vantaggio sul gruppo degli inseguitori. Mentre il suo compagno di squadra Alex Rins viene costretto al ritiro per un problema meccanico, gli italiani Enea Bastianini e Romano Fenati si mettono in mostra;

ma finiscono per ostacolarsi nel finale e l’ascolano si ritrova dietro l’australiano Jack Miller, che mantiene così la sua leadership in classifica. Grandissimo risultato per Enea Bastianini (Junior Team GO&FUN Gresini), al primo podio in carriera, dopo l’ottimo risultato della prima fila in qualifica.

Scatta bene Alex Marquez che entra forte alla prima curva assediato Enea Bastianini, ma il 16enne di Rimini si vede ben presto superato dalle Honda di Alex Rins e Efren Vazquez. Nel frattempo l’altro pilota dello Junior Team GO&FUN Gresini, Niccoló Antonelli, scivola via al primo giro e finisce contro gli air-fence.

Incredibile la rimonta di Romano Fenati (SKY Racing VR46) dopo delle qualifiche disastrose che gli erano valse la 16ª posizione, in appena 2 giri l’ascolano inizia una rimonta straordinaria fino al 5º posto provvisorio. Brad Binder (Ambrogio Racing) fa segnare il giro record, mentre la Alex Rins è costretto a ritirarsi per un problema alla leva sinistra.

Mentre Marquez (Estrella Galicia 0,0) allunga a 2 secondi sugli inseguitori, Romano Fenati si porta alle sue spalle ma deve fare i conti con l’altra KTM del Calvo Team guidata da Isaac Viñales. Mezzo secondo piú dietro, al settimo posto, anche il leader del campionato Jack Miller (Red Bull KTM Ajo) si ricongiunge al gruppo di testa.

Ben presto arrivano anche Niklas Ajo (Avant Tecno Husqvarna), Francesco Bagnaia (SKY Racing VR46) e John McPhee (SaxoPrint-RTG): con Marquez sempre piú in fuga a incrementare il suo vantaggio giro dopo giro, i primi dieci formano ormai un blocco unico compreso in 1 secondo e mezzo, con Miller attendista a osservare quel che succede.

A metá gara Marquez Jr. ha giá un vantaggio enorme, ma continua a spingere anche correndo qualche rischio di troppo. Nel frattempo due italiani, Fenati e Bastianini, sono arrivati alle sue spalle, ma a loro volta sono braccati dagli spagnoli Vazquez e Viñales: si ha tutta l’impressione che il secondo e terzo gradino del podio sará un affare tra questi quattro centauri.  

Jack Miller salta in colpo solo due avversari e si rifa sotto senza peró riuscire a incidere. Il margine di Marquez si stabilisce intorno ai 4 secondi di vantaggio, lasciando tutti i riflettori puntati sul gruppo degli inseguitori. E qui succede di tutto: Ajo finisce largo e fortunato a rimanere in sella alla moto in acrobazia; Fenati si sfiora con Bastinanini e costretto a subire il ritorno di Jack Miller.

Bastianini accelera nel momento decisivo e taglia il traguardo davanti a Efren Vazquez, conquistando il suo primo podio in carriera. Per Alex Marquez è la prima vittoria stagionale (la seconda in assoluto dopo quella di Motegi della passata stagione) ma soprattutto regala alla Honda quel successo che nella categoria cadetta le mancava dal 2006.

Guarda i risultati della gara della classe Moto3™ a Barcellona

Tags:
Moto3, 2014, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›