Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il debrief di Bridgestone sul Grand Prix de Catalunya

Il debrief di Bridgestone sul Grand Prix de Catalunya

La gara della MotoGP™ di domenica scorsa a Barcellona ha regalato un’emozionante battaglia a tre per la vittoria tra le Repsol Honda di Marc Marquez e Dani Pedrosa e la Movistar Yamaha MotoGP di Valentino Rossi.

Alla fine, Marquez ha allungato la sua striscia positiva andando a conquistare la sua settima vittoria consecutiva del 2014, con Rossi secondo e Pedrosa terzo. Dopo un inizio caldo del fine settimana, le temperature sono poi scese drasticamente domenica, con un picco di 40°C sull’asfalto, registrato durante i 25 giri della gara.

Domande & Risposte con Masao Azuma – Chief Engineer, Bridgestone Motorsport Tyre Development Department

Le temperature di venerdì e sabato erano molto alte, poi è arrivato il fresco la domenica. Forse questo cambiamento ha avuto un effetto sulla scelta gomme per i piloti, e come ha influenzato le prestazioni degli pneumatici?

"Anche se era più fresco, non ha influenzato motola scelta dei piloti. Molti piloti hanno detto che le slick posteriori morbide e medie lavoravano meglio, avendo loro bisogno del massimo grip per poter essere competitivi. Aldilá quindi del meteo di domenica, giá sabato i piloti avevano giá fatto la loro scelta per la gara, solo u paio erano ancora indecisi sulla griglia. Per quanto riguarda le prestazioni, le temperature più fredde hanno probabilemente ridotto il potenziale del pneumatico posteriore, ma abbiamo comunque registrato un nuovo giro record del circuito durante la gara. "

Considerando la mancanza di aderenza di cui molti piloti si sono lamentati, siete soddisfatti prestazioni degli pneumatici durante tutto il weekend di gara?

«Sì, sono contento di come i nostri pneumatici hanno lavorato e crediamo che abbiamo persino raggiunto il giusto equilibrio tra aderenza e durata. La nostra gomma anteriore ha permesso ai piloti di affrontare meglio la pista, senza dimenticare che il Circuit de Barcelona-Catalunya è un tracciato molto su cui i pneumatici sono parecchio stressati; scendere in pista con una soft, avrebbe significato metterne a dura prova la resistenza termica. Abbiamo registrato ugualmente un buon passo durante il fine settimana, nonostante il livello di grip fosse al di sotto della media."

Al test post-gara al Circuit de Barcelona-Catalunya è stato portato una nuova gomma anteriore. Cosa ha di nuovo e quali vantaggi credete possa portare?

"Il pneumatico inquestione era stato uno slick anteriore che utilizzava un composto di nuova creazione, sviluppato in seguito alle richieste dei piloti. Questo nuovo composto si trova a metà strada tra le nostre mescole medie e dure, ed è più adatto a quei circuiti in cui i pneumatici vengono sollecitati dalle staccate. Ci aspettiamo dunque che fornisca al tempo stesso un elevato livello di stabilità in frenata (come la nostra mescola dura attuali) ma con prestazioni in curva più vicine a quella della media. Molti piloti che l’hanno provato nel test di lunedì al Montmeló e hanno riportato il netto miglioramento rispetto alle gomme attuali: quindi direi si tratti di una notizia promettente. Ora passeremo a incrociare il loro feedback con i dati che abbiamo raccolto e poi prenderemo una decisione se introdurlo o meno nel corso di questa stagione."

Tags:
MotoGP, 2014

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›