Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Test positivi per Suzuki al Montmeló

Il Suzuki MotoGP Test Team ha completato mercoledì l'intensa tre-giorni di test al Circuit de Barcelona-Catalunya.

Il francese Randy De Puniet è stato affiancato dal collaudatore Takuya Tsuda per completare la tre giorni di di test al circuito del Montmeló. Mentre nei primi due giorni la squadra ha condiviso il circuito con le classi MotoGP e Moto2 nei test collettivi IRTA, nella giornata di mercoledì il Suzuki MotoGP Test Team ha potuto girare in pista in un test in forma privata in compagnia del Ducati Team.

Con condizioni meteo altalenanti e relative temperature di aria e asfalto che oscillavano di conseguenza, Randy De Puniet ha completato ben 200 giri con il miglior crono di 1'43"683: “Non è stato un periodo molto facile, dopo Sepang siamo stati molto sfortunati e negli altri test abbiamo sempre trovato la pioggia. E’ stato importante essere qui in pista con gli altri piloti per vedere il nostro potenziale e dobbiamo continuare a lavorare sull’elettronica per migliorare le nostre prestazioni. Ho provato diverso materiale, mappe elettroniche, un nuovo motore e anche un telaio. Con alcune soluzione avevo soluzioni migliori e abbiamo trovato la direzione da seguire”.

Nell’occasione la Casa di Hamamatsu ha potuto provare parecchie novitá: dal nuovo motore, a un differente tipo di telaio, passando per l’elettronica. Proprio quest’ultima infatti rappresenta la prioritá per l’equipe di Davide Brivio: “Si pensa che in tre giorni di test si possa fare molto lavoro ma alla fine il tempo non è mai abbastanza, specialmente per noi che siamo in una fase di sviluppo. Randy voleva provare ogni cosa ma non avremmo avuto la possibilità di trovare nuove informazioni veramente utili per fare il prossimo passo avanti. In generale, gli ingegneri sono felici delle informazioni raccolte, che indicano una buona direzione per lo sviluppo. È importante avere acquisito queste informazioni ora, così avremo tempo per lavorare in vista dei prossimi test”.

Tags:
MotoGP, 2014

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›