Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Aspar parla della stagione e dei suoi piani per il futuro

Quasi a metá stagione, abbiamo parlato con Jorge Martínez ‘Aspar’ per conoscere il suo bilancio sul momento attuale e i suoi programmi per il futuro. E anche per confermare l’interesse su alcuni piloti per il 2015.

Finora è stata una stagione travagliata per il tuo team Drive M7 Aspar, vista la mancanza di risultati. Come valuti questa prima parte?

“in effetti lo scorso ottobre avevamo grandi speranze riposte nella classe MotoGP, con due grandis piloti come Hiroshi Aoyama e Nicky Hayden e un progetto con la Honda, ma le cose non stanno andando come speravamo. Siamo al secondo e quarto posto nella categoria Open, mas enza dubio vogliamo stare piú avanti. Come tempi siamo migliorati rispetto all’anno scorso, ma il livello si è alzato molto.

La Honda Open è risultata un’opzione deludente?

 “No, è una moto completamente nuova, che va molto bene, è superiore alla moto vincitrice in CRT l’anno scorso, e credo questo fosse l’obiettivo della Honda. Quel che è successo è che  Yamaha, utilizando il regolamento attuale,  ha fornito motori ufficiali in leasing come nel caso di Forward, e chiaramente questa moto resulta superiore alla nostra, indipendentemente dal fatto che Aleix Espargaró è un gradissimo pilota che sta facendo la differenza; credo che questo sia stato il nostro problema, ma ho fiducia nella Honda: se non questo, il prossimo anno ci dará una moto piú competitiva”.

Cosa puoi dirci della nuova Production Racer 2015? Si dice che potrebbe arrivare prima della fine della stagione….

“Ci è stato detto che sará  praticamente una moto ufficiale mas enza il cambio seamless e obviamente con l’elettronica Open. Sono convinto che faremo un bel passo in avanti, perchè quella attual funziona bene, semplicemente ha bisogno di maggior potenza e con quel motore la avremo. Col regolamento Open, la gomma extra-soft, 12 motori e 24 litri di carburante, credo sará molto competitiva”.

Girano voci anche su piloti, come Aleix Espargaró e Álvaro Bautista, che in passato sono giá stati legati alla tua struttura. Cosa puoi dirci a riguardo?

“Stiamo valutando tutte le possibilitá. Magari potessimo arrivare a Aleix Espargaró! MA sappiamo che è difficile che accada: è negli obiettivi di molti team. Sì, c’è anche Álvaro Bautista o, perchè no, Tito Rabat. Non sono soltanto ipotesi, abbiamo giá parlato con tutti e tre”.

“Allo stesso modo, voglio chiarire che abbiamo un contratto di 2 anni con Nicky Hayden e che ha prioritá assoluta. Siamo contenti di lui, come persona e come profesionista, e se recuperasse anche l’infortunio alla mano, sarebbe fantástico per noi. Anche Aoyama sta facendo una gran stagion: in Argentina ha vinto nella categoria Open, ma noi continuiamo a scandagliare le possibili opzioni per il futuro”.

Tags:
MotoGP, 2014, Nicky Hayden, Hiroshi Aoyama, Drive M7 Aspar

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›