Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Prima vittoria in carriera per Masbou

Il francese del team Ongetta-Rivalcold coglie il primo successo della carriera sullo storico tracciato di Brno al termine di un’estenuante battaglia. Sul podio salgono anche il giovane Enea Bastianini e l’inglese Danny Kent.

Una gara straordinaria e serrata, con tutte le emozioni che la categoria cadetta sa sempre regalare. Alexis Masbou (Ongetta-Rivalcod) conquista la sua prima vittoria in carriera alla sua 133ª partecipazione nel Campionato del Mondo. Stoico il 16enne Enea Bastianini (Junior Team GO&FUN Gresini) che, nonostante il calcagno fratturato, coglie un altro eccellente secondo posto (dopo quello di Barcellona) confermandosi come splendida promessa del motociclismo italiano. L’inglese Danny Kent porta al terzo posto la Husqvarna e rivede il podio dopo un digiuno di quasi 2 anni.

Scattano bene i tre della prima fila ma è Enea Bastianini (Junior Team GO&FUN Gresini) a sbucare dalle retrovie con un balzo di ben sette posizioni e contenrdersi subito la testa della gara con Alex Marquez. Anche Jack Miller (Red Bull KTM Ajo )si rifá sotto e inizia a studiare la situazione. Si completa il primo giro e alla Curva1 John McvPhee (SaxoPrint-RTG) e Jorge Navarro (Marc VDS Racing) salutano la compagnia. Al gruppo di testa si ricongiunge anche Alex Rins, autore dei primi giri veloci della gara. Anzi, allla terza tornata il tandem della Estrella Galicia passa a comandare la corsa; le Honda vanno forte, con Efren Vazquez e Alexis Masbou (Ongetta-Rivalcold) che ingaggiano un duello con Miller.

Al quinto passaggio i protagonisti iniziano ad aprirsi a ventaglio ad ogni staccata: tutti sono molto vicini, senza una vera e propria fuga, bensì racchiusi in un gruppo numeroso e compatto. Grande assente tra i primi della classe è Romano Fenati (Sky Racing VR46), fuori dalla top ten nelle prime battute. All’ottavo giro non si vedono spagnoli tra i primi tre: Alexis Masbou, Brad Binder (Ambrogio Racing) e il giovane Enea Bastianini; quest’ultimi due peró si sfiorano all’altezza della prima curva con l’inglese costretto ad allargare leggermente la traiettoria, portandosi dietro il francese. 17 piloti costituiscono un serpentone che si snoda tra le bellissime curve e i saliscendi del tracciato ceco.

La battaglia si accende a sette giri dalla fine, con un altro contatto tra Jack Miller e il portoghese Miguel Oliveira (Mahindra Racing). Cade Luca Grunwald, mentre Pecco Bagnaia si perde con un’escursione sull’erba. Le Honda volano, l’unica KTM a distinguersi è quella di Enea Bastianini, eroico a resiastere al dolore per il calcagno fratturato nella caduta di venerdì pomeriggio. L’ultimo giro inizia con l’esultanza prematura di Alex Rins che si equivoca rallentando e facendosi passare dall'intero gruppo. Torna su anche Jack Miller e sembra preannunciarsi uno scontro a viso aperto con Alex Marquez. Ma è Masbou a salire in cattedra: ilfrancese non molla la posizione e taglia il primo traguardo della sua carriera.

L’ordine di arrivo della classe Moto3™ a Brno

La classifica iridata piloti Moto3™ dopo 11 round

Tags:
Moto3, 2014, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›