Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Hernandez vola sul bagnato a Misano

Hernandez vola sul bagnato a Misano

Il colombiano protagonista delle sessioni di prove odierne con pista bagnata a Misano. Molte le cadute che hanno caratterizzato i due turni di prove libere cronometrate. Le condizioni di asfalto insidiose non hanno risparmiato Iannone, protagonista di due scivolate.

Yonny Hernandez (EnergyT.I. Pramac Racing) è stato protagonista di un venerdì di prove esaltante, adattandosi in maniera perfetta alla pista bagnata. Nella sessione mattutina ha chiuso in prima posizione con il crono di 1.50.310, che gli vale la seconda posizione della classifica combinata odierna. Grande soddisfazione all'interno del Team anche se siamo solo alle prove del venerdì. Questo risultato dà morale e motivazione:

“Sono molto contento di questa prima giornata di prove libere. Questa mattina ho fatto il mio miglior risultato in sella ad una MotoGP, cioè primo! Sono stato molto veloce tutto il giorno e nella classifica combinata sono secondo. Per domani dobbiamo ancora lavorare molto sia in caso di pioggia che in caso di sole. Se domani ci sono le stesse condizioni di oggi dobbiamo cercare un po’ più di grip, se la pista è asciutta ripartiremo con il nostro setting abituale.”

Andrea Iannone è stato vittima di due scivolate, una nel turno mattutino e una nel turno pomeridiano. In entrambi i casi Andrea è stato tradito dalla scivolosità e dall'imprevedibile reazione dell'anteriore in staccata, che hanno causato la caduta anche di molti altri piloti. Purtroppo nel complesso non è riuscito a girare molto, ma è sicuro che domani riuscirà a riproporsi fra i piloti più veloci e a migliorare la sua attuale classifica (nono in assoluto con 1.50.603), anche grazie al lavoro già svolto nei test proprio qui a Misano a fine agosto:

“Questa mattina sono scivolato nel primo turno di libere, ho sbattuto il piede che inizialmente mi faceva molto male. Dopo il turno, quando sono andato in clinica mobile, mi hanno dato un antidolorifico che mi ha fatto passare il dolore. Mi dispiace di essere scivolato anche nelle FP2, perché ero molto veloce e stavo migliorando giro per giro. Il feeling con la moto è buono ma c’è un problema con la gomma davanti, che non avverte quando perde aderenza e ci si ritrova per terra all’improvviso.”

Tags:
MotoGP, 2014, GP TIM DI SAN MARINO E DELLA RIVIERA DI RIMINI, Andrea Iannone, Yonny Hernandez, Pramac Racing

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›