Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Le Ducati dominano la prima giornata ad Aragón

Le Ducati dominano la prima giornata ad Aragón

Con una sessione a testa, con Iannone nelle FP1 del mattino e Dovizioso nelle FP2 del pomeriggio, le moto di Borgo Panigale chiudono in testa la prima giornata al MotorLand. Marquez e Pedrosa affilano le armi; Valentino Rossi è decimo a 1”.

Nella prima giornata sul Motorland di Aragón, meraviglioso scenario della quattordicesima tappa della stagione, la Ducati svetta in entrambe le sessioni di prove libere con i suoi due piloti di punta.

Nella sessione pomeridiana delle FP2, è Andrea Doviziozo (Ducati Team) a far segnare il miglior crono della giornata: il forlivese ha chiuso con un poderoso 1’48”285 fatto registrare in sella alla GP14.2 provata in settimana al Mugello, grazie anche a un pneumatico extra soft.

Marc Marquez (Repsol Honda) è lì, in posizione di attesa pronto a sferrare l’attacco nelle qualifiche di domani: il talento di Cervéra chiude infatti ad appena 43 millesimi dalla Desmosedici, dopo che nella sessione mattutina era stato scalzato proprio nel finale da Andrea Iannone e Aleix Espagaró.

Il suo compagno di squadra, Dani Pedrosa, chiude la prima fila virtuale di questa prima giornata su una pista storicamente favorevole alla Honda. Il pilota di Sabadell vuole a tutti i costi chiuedere la stagione al secondo posto davanti a Valentino Rossi.

Alle prese con un’ interessante comparativa, Andrea Iannone (Pramac Racing) si è confermato tra i top rider anche nel pomeriggio di Aragón. Come il suo connazionale (e futuro compagno di squadra) il pilota di Vasto si è infatti diviso tra le due versioni della Desmosedici, cogliendo alla fine un brillante 4º posto dopo il primato delle FP1 del mattino.

Audace nel piazzare l’ultima zampata sotto la bandiera a scacchi, Aleix Espargaró. Lo spagnolo, in sella alla sua ‘Open’ del team NGM Forward Racing, con la top five del pomeriggio conferma l’exploit che aveva siglato nella mattinata, togliendosi il lusso di precedere il Campione in carica Marquez.

Il MotorLand è una pista che sorride alla Casa dell’Ala Dorata, ma nelle FP2 è la M1 satellite di Pol Espargaró (Monster Yamaha Tech3) a salire in cattedra, assestandosi a lungo in seconda posizione: alla fine, Polyccio è 6º e anche il miglior degli alfieri Yamaha.

Il rookie infatti precede il pilota ufficiale Jorge Lorenzo. Il maiorchino della Movistar Yamaha continua il suo avvicinamento alla prima vittoria stagionale e, passo dopo passo, in queste FP2 appena conclusasi, risale la china concentrandosi sul passo-gara.

Sempre costante Stefan Bradl. Il tedesco del team LCR Honda, in partenza con destinazione NGM Forward nel 2015, vuole finire la stagione nel migliore dei modi per lasciare un buon ricordo al patron della struttura Lucio Cecchinello.

Chiude la top ten Valentino Rossi: il nove-volte Campione del Mondo, vincitore nell’ultimo round di Misano due settimane fa, non riesce ad esser incisivo e fatica piú del dovuto su questo tracciato tecnico e veloce. Domani sará chiamato al riscatto.

Un momento drammatico si è vissuto nelle FP1 del mattino quando la Ducati Avintia di Hector Baberá ha preso fuoco procurando al pilota ustioni di 2º grado al braccio sinistro.

La classe regina scenderá nuovamente in pista domani alle ore 09:55 per le FP3 del mattino; quindi le FP4 alle ore 13:30, a precedere le Q1 e Q2 che scatteranno invece alle ore 14:10 per decretare lo schieramento di partenza del quattordicesimo round della stagione 2014.

I tempi della prima giornata della classe MotoGP™ a Aragón

Tags:
MotoGP, 2014, GRAN PREMIO MOVISTAR DE ARAGÓN, FP2, Andrea Dovizioso, Ducati Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›