Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Impresa di Fenati ad Aragón, Marquez nuovo leader

Impresa di Fenati ad Aragón, Marquez nuovo leader

L’ascolano dello Sky Racing VR46 conquista la sua quarta vittoria stagionale imponendosi in una corsa capolavoro dopo esser scattato tredicesimo in griglia. Secondo lo spagnolo Alex Marquez, nuovo lader della classifica iridata dopo un contatto con Miller nei primi giri. Sul podio anche Danny Kent.

Gruppo compatto alla partenza dopo lo spegnimento del semaforo: Alex Rins si sfiora con Juanfran Guevara ed è così l’inglese Danny Kent ad approfittarne per balzare in testa; sempre alla prima curva altro contatto tra Eric Granado e Luca Grunwald. Poche curve dopo si stende anche Matteo Ferrari.

Intanto Jack Miller passa Kent imitato da Alex Rins che, un giro piú tardi, prende a sua volta il comando delle operazioni. L’australiano non ci sta e gli si rimette davanti, con Alex Marquez che ne approfitta per riavvicinarsi e inserirsi tra i due rivali. Al terzo giro, i primi tre del Campionato sono in testa alla corsa.

Sempre nello stesso passaggio è Juanfran Guevara (Mapfre Aspar) a salutare la compagnia dopo le ottime prestazioni di venerdì e sabato. Al quarto giro, la chiave di svolta: in curvone in piena accellerazione Alex Marquez tocca Jack Miller che finisce rovinosamente a terra. Il leader riprende la via dei box, ma la sua KTM è danneggiata.

Kent arriva lungo e le due Estrella Galicia balzano in testa seguiti dai due compagni di squadra McPhee e Vazquez, con Jakub Kornfeil nel mezzo. Nel secondo gruppo è Romano Fenati (Sky Racing VR46) ad aprire le danze per facendo segnare tempi interessanti per sfuggire all’aggancio di Kent e soprattutto del giovanissimo Enea Bastianini.

Miller rientra in pista lontanissimo, con l’intento di racimolare qualche punto iridato in una gara ormai compromessa. A dieci giri dalla fine Rins arriva lungo e perde la leadership della corsa in favore di Marquez, per riaccodarsi in ottava posizione. Nel frattempo, anche Vazquez e McPhee scivolano indietro, mentre Fenati ne approfitta per potarsi in testa dopo esser partito 13º in griglia.

Alex Marquez e l’ascolano si ritrovano così a giocarsi la vittoria, scambiandosi le posizioni in curva e in rettilineo. I due favoriscono il ritorno di Danny Kent che, a suon di giri veloci ricuce lo strappo con i due ‘fuggitivi’ e approfitta di un lungo di Fenati per scavalcarlo e mettere Marquez nel mirino, per un acceso finale a tre.

L’ultimo giro inizia con Marquez in testa a chiudere tutte le porte all’italiano; ma Fenati non si perde d’animo e rimane incollato allo spagnolo; l’attacco decisivo arriva puntuale alla fine dell’ultimo rettilineo: Fenati prende la traiettoria esterna che magistralmente conserva entrando davanti nell’ultima curva e tagliando per primo il traguardo.

È la prima volta che un pilota non-spagnolo vince la gara della categoria cadetta qui al MotorLand Aragón: per Fenati si tratta del suo quarto successo stagionale; per Marquez è la prima volta in carriera in testa alla classifica iridata a scapito di Miller. Danny Kent sale per la seconda volta sul podio dopo il GP d'Argentina.

L’ordine di arrivo della classe Moto3™ a Aragón

Le classifiche Piloti e Costruttori Moto3™ dopo 14 round

Tags:
Moto3, 2014, GRAN PREMIO MOVISTAR DE ARAGÓN, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›