Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Iannone dolorante dopo un contatto con Marquez

Iannone dolorante dopo un contatto con Marquez

Il pilota abruzzese del team Pramac Racing in Clinica Mobile in seguito a un contatto con Marc Marquez sul finire della seconda sessione di libere; il Campione del Mondo è andato subito a scusarsi.

A Sepang la prima giornata di prove libere è stata caratterizzata da un tempo molto variabile: il primo turno si è svolto su pista asciutta e si è concluso con Iannone fuori dalla top ten, mentre nella seconda sessione, con la pista bagnata, il pilota di Vasto ha chiuso 8°.

Nel turno mattutino Andrea Iannone (Pramac Racing) ha faticato piú del dovuto a guidare a causa del dolore all'anca sinistra per la caduta occorsagli domenica scorsa a Phillip Island. Il pilota di Vasto si è trovato in difficoltà specialmente nelle curve a destra, in cui non riusciva a piegare come avrebbe dovuto e voluto.

Come se non bastasse, durante la FP2 l’abruzzese è stato protagonista di un contatto innescato da Marc Marquez (Repsol Honda) che l’ha colpito al braccio sinistro, facendolo cadere. L’alfiere della Ducati ha subìto una forte contusione a livello muscolare, ma domani proverà comunque ad entrare in pista confidando nelle cure della Clinica Mobile. Il Campione del Mondo è andato sportivamente al box Pramac scusandosi ed ammettendo l'errore:

"Questa mattina ho deciso di incominciare cauto a causa del dolore che ho all’anca. Faticavo a guidare e non riuscivo bene a piegare specialmente a destra. Purtroppo al via delle FP2 ha iniziato a piovere non permettendomi di migliorare."

"Per quanto riguarda il contatto con Marquez, non so che dire: io ho sentito solo una gran botta! Marc comunque ha riconosciuto l'errore ed è venuto subito a chiedermi scusa. Ho il tricipite ed il gomito molto gonfi spero di riuscire ad entrare in pista domani."

Marc Marquez ha così dichiarato dopo l’accaduto: “Sono andato subito a chiedergli scusa. Ho sorpassato Dani [Pedrosa] alla Curva14 e ho visto Andrea [Iannone] ancora molto distante. Io ho staccato come sempre, lui mi sembrava piú lento verso l’esterno ma in realtá stava entrando in curva: solo che a quel punto anch’io ero dentro per fare la mia traiettoria. Così ho pinzato sull’anteriore e sono andato dritto, e l’ho colpito. Mi dispiace molto per lui.”

Tags:
MotoGP, 2014, SHELL ADVANCE MALAYSIAN MOTORCYCLE GP, Andrea Iannone, Pramac Racing

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›