Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Quartararo e i piccoli talenti della Promo RACC

Quartararo e i piccoli talenti della Promo RACC

Il 15enne di Nizza, vincitore delle ultime due edizioni della categoria Moto3 nel FIM CEV Repsol, ha presenziato la serata celebrativa della Copa Catalana de Promovelocidad RACC, in cui egli stesso si è formato in tenera etá...

I fratelli Marc e Alex Marquez, così come Aleix e Pol Espargaró, i cugini Maverick e Isaac Viñales; e ancora Alex Rins, Tito Rabat, Ricky Cardus, o Jordi Torres e Toni Elias hanno mosso i loro primissimi passi in sella a una moto nella Copa Catalana de Promovelocidad. Ed hanno giá i loro “eredi” in Fabio Quartararo, Xavier Artigas e Alex Millan: tutti hanno in comune un inizio precoce, ricco di risultati e divertimento.

La tenera etá si è rivelata sorprendentemente il momento ideale per imparare la dinamica e i movimenti della moto. Non solo: perchè questo processo di formazione ha consentito loro di ‘abituarsi’ a alle numerose partenze che hanno giá effettuato e deciso di continuare a sostenere.

All’etá di sette anni, i bambini della Promo RACC hanno la possibilità di far pratica e cimentarsi in tre distinte categorie (50cc, 70cc e 80cc), per altrettante cilindrate. Insieme ai ‘piccoli campioni’ dell’edizione Xavier Artigas e Alex Millán, era presente ieri sera all’evento anche Fabio Quartararo, prossimo all’esordio nel Campionato del Mondo Moto e che, 6 anni orsono, ha lasciato la Francia per venire appositamente a competere in Catalunya:

“Avevo deciso di fare il pilota: la PromoRACC qui aveva oltre 50 piloti, mentre in Francia appena una decina. Con la mia famiglia siamo venuti qui perchè sapevo che solo qui in Catalunya avrei potuto formarmi a dovere. Ho iniziato a correre, salendo di catgegoria passo dopo passo, abituando anche i nervi ad ogni partenza, per rimanere sempre piú concentrato in ogni gara.”

“Mancano 4 mesi alla prima gara del Campionato del Mondo in Qatar. Non vedo l’ora che arrivi, ma soprattutto voglio divertirmi quest’anno e imparare in fretta tutti questi circuiti che non conosco (al di lá di Le Mans e dei tracciati spagnoli). Tutti i piloti che hanno iniziato come me, hanno continuato negli anni ad esser protagonisti nel Mondiale. Devo lavorare duro, perchè voglio stare davanti con i migliori”.

Tags:
Moto3, 2015, Fabio Quartararo

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›