Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La Grand Prix Commission approva i cambi al regolamento 2016

La Grand Prix Commission approva i cambi al regolamento 2016

Nella sua ultima riunione dell'anno, la Grand Prix Commission è intervenuta su alcuni punti per quel che concerne le stagioni 2015 e 2016 del Campionato del Mondo MotoGP™.

La Grand Prix Commission, composta da Carmelo Ezpeleta (Dorna, Presidente), Ignacio Verneda (Direttore Esecutivo FIM), Hervé Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA), alla presenza di Javier Alonso (Dorna), Mike Trimby (IRTA, Segretario), si è riunita lo scorso 16 diciembre 2014 a Madrid e ha preso le seguenti decisioni a riguardo delle stagioni 2015 e 2016.

Nella classe regina della MotoGP sono stati confermati i prezzi limite per i pacchetti dei freni sulla ruota anteriore a stagione: includendo dischi, pastiglie, pinze e pompe, non si dovranno superare i 70.000 €. I team possono scegliere anche un pacchetto che escluda le pinze, ma in quel caso il prezzo sarà di 60.000 €.

Come già annunciato, i team Factory della classe MotoGP utilizzeranno un software unico a partire dal 1 luglio 2015. Gli altri team della stessa casa, possono utilizzare delle versioni differenti del suddetto software.

Continuano i dibattiti della Grand Prix Commission sul Regolamento Tecnico della classe MotoGP che entreranno in vigore dal 2016. Il numero dei motori a disposizione in una stagione e il peso minimo delle moto verranno definiti agli inizi di febbraio 2015. Viene invece confermata oer il 2016 la capacità del serbatoio in quel di 22 litri.

"Fondamentalmente, la Grand Prix Commision ha segnato il cammino che verrà intrapreso sul tema dell'elettronica per l'anno 2016, condiviso all'unanimità dai membri della MSMA” ha spiegato Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports, a seguito della riunione in cui erano presenti anche i rappresentanti dei Costruttori, Shuhei Nakamoto e Livio Suppo (Honda), Lin Jarvis (Yamaha), Gigi Dall'Igna (Ducati), e infine Mike Webb, Race Director del Campionato del Mondo de MotoGP™.

Queste le nuove norme approvate:
- I piloti che iniziano la gara dalla Pit Lane, come conseguenza di una penalizzazione per un eccesso di utilizzo del numero di motori, scatteranno 5 secondi dopo la luce verde all'uscita della Pit Lane, in luogo degli attuali 10 secondi.

Piccoli cambi hanno interrssato anche la normativa sul regime delle bandiere per avvertire e ammonire i piloti.

Nella classe Moto2, le modifiche del Regolamento Tecnico  a partire dal 2015 - includo l'obbligo di sensori per misurare la pressione degli pneumatici posteriori slick. Questo permetterà di controllare che i piloti utilizzino le indicazioni suggerite dal fornitore ufficiale.

A partir de 2015 non sarà più necessaria un'udienza presso la Direzione Gara per le piccole sanzioni quali: 3 punti, una multa fino a 1.000 € o una penalità fino a tre posizioni. Naturalmente, qualora i piloti volessero appellarsi, sarà sempre possibile richiedere udienza.

Sempre dal 2015 nel Codice Medico è stata introdotta la nuova versione dello SCAT3 (Sport Concussion Assessment Tool), strumento già utilizzato da altre discipline per valutare i danni derivanti da commozione cerebrale.

Tags:
MotoGP, 2014

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›