Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Aoyama e la sua presa di contatto con le Michelin

Aoyama e la sua presa di contatto con le Michelin

Alle prese con le quattro ruote nel rpimo appuntamento sul ghiaccio delle Gseries BPA 2015 in quel di Andorra, l’ex-Campione della 250cc  ha raccontato a motogp.com della sua esperienza come tester HRC, in cui si è diviso tra la nuova Honda 2015 e le nuove coperture Michelin

In qualitá di tester ufficiale HRC hai girato a Sepang lo scorso novembre. Come è andata e quale moto hai provato in quell’occasione?

Sì, ho effettuato una sola prova come tester HRC alla fine di novembre e ho avuto modo di provare la nuova moto ufficiale con le gomme Michelin. È stato l’inizio di una nuova tappa personale, l’anno scorso ho guidato una Open e ho avvertito la differenza soprattutto nella potenza. Tutto è andato per il verso giusto, mi sono sentito a mio agio e ho potuto tenere subito un buon ritmo: un inizio davvero molto positivo per tutta HRC.

Qual è la tua prima impressione sugli pneumatici Michelin? Quali sono i loro punti di forza e dove invece possono ancora migliorare?

Non abbiamo avuto molto tempo a disposizione e le condizioni erano anche difficili: a Sepang fa sempre molto caldo; nonostante tutto, le gomme si sono ben comportate garantendo delle buone prestazioni e trasmettendo un ottimo feeling.

Naturalmente dobbiamo continuare a migliorare e crescere insieme, anche per quanto concerne il telaio della moto e di conseguenza potersi meglio adattare, nel corso dell’anno che abbiamo a disposizione, alle nuove coperture.

Quali saranno i principali obiettivi dei prossimi due test in Malesia, Sepang1 e Sepang2, e successivamente di quello in Qatar, preludio della gara inaugurale della stagione?

Non vedo l’ora di tornare a Sepang per i primi test dell’anno, prenderó parte ad entrambi gli appuntamenti ufficiali. Il nostro obiettivo è proprio quello di adattarci il piú possibile alle Michelin e verificare le loro prestazioni.

Dopo di che andremo in Qatar, e li cercheró di dare il meglio per ottenere il maggior numero di informazioni sia per gli pneumatici sia per la Honda, e al tempo stesso esprimere tutto il mio potenziale in questa nuova veste di collaudatore che andró a ricoprire quest’anno.

Ricoprirai esclusivamente questo ruolo o magari ti vedremo in griglia in qualche occasione?

Quest’anno il mio compito saranno principalmente i test. Ma è possibile anche che prenda parte a qualche gara; per questo motivo, nell’eventualitá, voglio farmi trovare pronto in qualsiasi momento.

Tags:
MotoGP, 2015

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›

motogp.com

3 anni fa

Guido Meda nuova voce di Sky