Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rainey parla del futuro di MotoAmerica

Rainey parla del futuro di MotoAmerica

La MotoGP™ Legend, Wayne Rainey, è uno dei principali esponenti del progetto del nuovo campionato MotoAmerica AMA/FIM ed è convinto che questo impegno potrá aiutare la crescita delle gare di velocitá negli Stati Uniti.

In visita in Spagna, Wayne Rainey ha parlato dei progressi raggiunti con l'organizzazione del campionato MotoAmerica. Nella seconda parte dell'intervista che verrá pubblicata su motogp.com, l'ex pilota americano dice la sua sul campione del mondo MotoGP™ Marc Marquez e sullo scenario dei Grand Prix alla vigilia della stagione 2015.

Con MotoAmerica, Rainey e i responsabili del KRAVE Group LLC, che gestiranno il campionato, hanno l'obiettivo di far crescere le competizioni nel nordamerica e preparare i piloti alle competizioni internazionali.

Il tre-volte Campione del Mondo 500cc ha ricevuto l'appoggio del CEO di Dorna, Carmelo Ezpeleta, grazie al quale l'ex-pilota statunitense è convinto che il progetto MotoAmerica potrá realizzare una significativa promozione delle gare negli USA.

“Siamo stati in grado di acquisire il campionato americano di velocità AMA e ora siamo responsabili della sua gestione. Subito dopo, abbiamo modificato le sue regole per avvicinarlo al Mondiale Superbike, che piace alle Case. Prima non c'era una gran partecipazione, ma il cambiamento delle regole ha suscitato molto interesse."

"Ci aspettiamo di realizzare un campionato molto competitivo, con il sostegno dei Costruttori, affinchè i giovani piloti possano a vere battaglie in pista come quelle che ho avuto io contro Eddie Lawson e Kevin Schwantz. In tal modo, saremo in grado di recuperare presto la competitività che avevamo tempo fa".
 
"Il mio obiettivo per il futuro è far crescere nuovi talenti. Sicuramente portare la MotoGP negli USA è stato un bene per il movimento, ma abbiamo bisogno di avere uno dei nostri piloti sul podio ad ogni gara. Sono sicuro che c'è un pilota americano che può raggiungere questo risultato."
Tags:
MotoGP, 2015

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›

motogp.com

2 anni fa

Ducati a Sepang1 con la GP14.3

motogp.com

2 anni fa

Guido Meda nuova voce di Sky