Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Marquez e Pedrosa partono col piede giusto

Marquez e Pedrosa partono col piede giusto

I due compagni di squadra del team Repsol Honda staccano la concorrenza nella prima giornata della stagione MotoGP™ 2015.

Una sola sessione di prove libere per la classe regina MotoGP™ in questo giovedì sera che ha aperto in concreto la stagione 2015. Un primo assaggio di quel che vedremo nelle prossime sessioni e che porteranno alla gara inaugurale di domenica sul Losail International Circuit.

Il binomio Marquez-Honda si conferma il più forte con il crono di 1’55”281, ma stavolta il campione del mondo in carica deve guardarsi le spalle dal proprio compagno di squadra: con quei 76 millesimi di ritardo, Dani Pedrosa ha infatti avvisato il 21enne di Cervera.

Il primo degli inseguitori, a 4 decimi, è Aleix Espargarò. Il pilota della Suzuki Ecstar risorge nel finale grazie alla gomma morbida, dopo essersi concentrato nel corso della sessioni sull’elettronica, in particolare sul controllo di trazione.

A 13 millesimi dalla GSX-RR, Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha) chiude un poker tutto spagnolo mostrando un ritmo deciso e costante, nonostante il maiorchino lamenti una mancanza di grip per via delle condizioni della pista.

Primo pilota satellite della giornata è Cal Crutchlow: l’inglese della CWM LCR Honda, al debutto sulla sua RC213V Factory, entra di prepotenza nella Top 5 nonostante sia stato rallentato da un pilota più lento proprio mentre stava completando il suo giro lanciato.

La seconda parte della Top Ten è invece occupata (quasi interamente) dai piloti Ducati. Ma in questa prima serata qatariana a star davanti ai propri compagni di marca è stato l’abruzzese Danilo Petrucci. Il ternano del Pramac Racing Team ha chiuso a meno di 7 decimi da Marquez ottenendo il sesto crono assoluto, tra l’altro ottenuto con la sua seconda moto, dopo che una spia si era accesa sulla ‘prima scelta’.

41 millesimi dietro si è classificato il dominatore dei test di due settimane fa Andrea Dovizioso. L’alfiere del Ducati Team è sceso in pista con entrambe le sue GP15 a sua disposizione senza però riuscire a trovare il feeling con l’anteriore.

Anche il colombiano Yonny Hernandez ha lavorato sul set-up della GP14.2 in ottica gara, precedendo il nove-volte iridato Valentino Rossi. Il pesarese della Yamaha ha accusato un problema di deterioramento dello pneumatico posteriore, chiudendo in nona posizione.

Come il suo compagno di squadra, anche Andrea Iannone, ha incontrato quest’oggi qualche problema in più nella messa a punto della sua Desmosedici, specie alla luce degli ottimi risultati ottenuti nell’ultimo test su questo stesso circuito.

Le M1 del team Monster Tech3 di Pol Espargarò e Bradley Smith stringono nella loro morsa la Honda di Scott Redding (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS). Dobbiamo scendere sino alla 14ª posizione per incontrare la prima Open della griglia: il tedesco Stefan Bradl (Athinà Forward Racing) precede la moto del rivale Karel Abraham.

Altra sorpresa alla 16ª casella, con Alex De Angelis (Octo IodaRacing Team) che con la sua ART precede la Suzuki di Maverick Viñales, rallentato a sua volta da problemi di elettronica, e soprattutto le Aprilia ufficiali di Alvaro Bautista (19°) e Marco Melandri (25°).

La classe regina tornerà in pista domani pomeriggio per la seconda sessione di prove di libere, alle 18:00 locali (le 16:00 italiane).

I tempi delle FP1 della MotoGP™ a Losail

Tags:
MotoGP, 2015, COMMERCIAL BANK GRAND PRIX OF QATAR, FP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›

motogp.com
Lowes domina a Losail

2 anni fa

Lowes domina a Losail