Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I giovani della Moto3™ in Texas per una nuova battaglia

I giovani della Moto3™ in Texas per una nuova battaglia

Dopo la corsa mozzafiato in Qatar risoltasi al fotofinish, i piloti della categoria cadetta sono pronti per il secondo round.

Dopo lo smacco ricevuto in Qatar dalla Honda con ben tre moto sul podio, la KTM vorrà a tutti i costi rifarsi ad Austin dove, proprio un anno fa sul Circuit of the Americas, dominò con Romano Fenati e Jack Miller, poi vincitore della corsa e candidato al titolo iridato sino all’ultima gara della stagione.

In Qatar Alexis Masbou ha centrato l’en-plein con la pole position e la vittoria, la seconda in assoluto della sua carriera; il francese del team SAXOPRINT RTG ha tutta l’intenzione di continuare su questo trend in quello che sarà il suo ultimo anno nella categoria cadetta Moto3™. Dovrà però vedersela con il compagno di marca Enea Bastianini che su questo tracciato l’anno scorso colse i suoi primi punti iridati della carriera: l’italiano, battuto sul traguardo per soli 27 millesimi avrebbe meritato la vittoria a Losail, in cui si è reso autore di una straordinaria rimonta dopo delle disastrose qualifiche che l’avevano obbligato a scattare dalla 21ª posizione sulla griglia.

La festa per la casa di Tokio è stata completata dalle prestazioni dei suoi tre piloti del team Leopard Racing: anche se Hiroki Ono non è riuscito a confermare in gara i buoni risultati delle libere e della qualifica, la squadra di Stefan Kiefer si è mostrata come la struttura più solida di quest’avvio di Campionato grazie al podio dell’inglese Danny Kent e al veterano spagnolo Efren Vazquez.

Non dobbiamo sottovalutare anche gli outsider Francesco Bagnaia e Brad Binder. Entrambi sono stati i primi , rispettivamente con Mahindra e KTM a tagliare il traguardo a Losail chiudendo la Top Ten. Grande attesa anche attorno al compagno di squadra del sudafricano, Miguel Oliveira, chiamato al riscatto dopo il contatto alla prima curva che gli ha impedito di concludere a punti, quando era uno dei favoriti per la vittoria in Qatar.

Romano Fenati dovrà cancellare l’amarezza del primo round della stagione, in cui è stato costretto al ritiro perché tradito dalla sua KTM all’ultimo giro. Il pilota ascolano dello Sky Racing VR46 avrà la sua occasione di rifarsi sulla pista texana, che nel 2014 l’ha visto salire sul secondo gradino del podio.

Occhi puntati anche sul rookie Fabio Quartararo e sul suo compagno di squadra nel team Estrella Galicia 0,0 Jorge Navarro. Farà finalmente il suo debutto nel Campionato del Mondo Stefano Manzi, che circa una settimana fa in Qatar non aveva ancora raggiunto l’età minima per poter correre in Moto3™. Sulla griglia di partenza si rivedrà anche Ana Carrasco, reduce dalla frattura alla clavicola.

Il Gran Premio Red Bull delle Americhe si svolgerà nella tre giorni del 10-12 aprile, con le libere del venerdì, le qualifiche del sabato e la gara della domenica. Grazie al Live Timing sarà possibile seguire tutte le sessioni, gli aggiornamenti dalla pista e molto altro ancora su motogp.com.

Tags:
Moto3, 2015, RED BULL GRAND PRIX OF THE AMERICAS

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›