Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Masbou sulla cresta dell’Honda

Masbou sulla cresta dell’Honda

Il pilota francese in testa nella prima giornata di Austin, con le Honda a monopolizzare la Top Five.

Continua il momento magico per Alexis Masbou. Il vincitore del GP inaugurale della stagione 2015 in Qatar si è presentato in Texas in qualità di leader della classifica iridata e con la giusta mentalità.

Dopo aver chiuso in 14ª posizione nelle FP1, a oltre 4”4 da Antonelli sotto la pioggia battente, il francese del team SAXOPRINT RTG ha staccato il crono di 2’29”267 nella seconda sessione di libere, proprio sotto la bandiera a scacchi.

Solo 38 millesimi infatti hanno separato Andrea Locatelli (Gresini Racing Moto3) dal primato in questo Day1 texano, sottolineando al tempo stesso la crescita della giovane promessa bergamasca che quest’oggi è stato il migliore degli italiani con un terzo e un secondo posto.

Posizioni invertite per Danny Kent (Leopard Racing), sempre presente nei piani alti della graduatoria e forse unico vero antagonista finora, in prova quanto in gara, dell’apripista francese. Allo stesso modo, il team di Stefan Kiefer è la compagine più concreta della categoria cadetta, per quanto mostrato dai piazzamenti del compagno di squadra Efren Vazquez. Risultato che assume ancor più valore se consideriamo che lo spagnolo è stato costretto a saltarsi buona parte dei test per infortunio.

Quanto alle Case coinvolte nella bagarre, la Honda continua a dominare. La casa di Tokio si conferma la moto da battere monopolizzando la Top Five, anche grazie a Niccolò Antonelli. Il pilota del team Ongetta-Rivacold, già dominatore nelle FP1 sull’asfalto bagnato, non ha potuto migliorarsi a causa di una scivolata che ha messo fuori uso la sua pedana sinistra, proprio nel momento topico della seconda sessione.

Oltre 1” di gap da Masbou, la Mahidra di Jorge Martin spezza il dominio dell’Ala Dorata che continua alle sue spalle con Enea Bastianini, piazza d’onore sul podio di Losail due settimane or sono. Il pilota del team Gresini precede la KTM di Zulfhami Khairuddin (Drive M7 SIC), miglior rappresentante della casa di Mattighofen. Il malese si lascia dietro lo spagnolo Isaac Viñales e il portoghese Miguel Oliveira.

Peggio è andata ai compagni di squadra di quest’ultimo, Brad Binder e Karel Hanika, entrambi a terra nelle FP2, segno delle difficoltà che sta attraversando la struttura di Aki Ajo. Fuori dalla Top Ten il rookie Fabio Quartararo (Etrella Galicia 0,0), preceduto dal giapponese Hiroki Ono. Giornata non facile anche per lo Sky Racing VR46 con Andrea Migno e Romano Fenari che chiudono rispettivamente in 23ª e 25ª posizione.

La categoria cadetta tornerà in pista domani alle 09:00 locali (le 16:00 italiane) per la terza ed ultima sessione di prove libere, per poi scendere nuovamente in pista alle 12:35 (le 19:35 in Italia) per i 40 minuti decisivi delle Qualifiche Ufficiali che decideranno la griglia di partenza del Red Bull Grand Prix of The Americas 2015.

La combinata delle 2 sessioni di prove libere della Moto3™ a Austin

Tags:
Moto3, 2015, RED BULL GRAND PRIX OF THE AMERICAS, FP2, Andrea Locatelli, Danny Kent, Alexis Masbou

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›

motogp.com
Lowes si conferma nelle FP2

2 anni fa

Lowes si conferma nelle FP2