Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Kent fa la voce grossa

Kent fa la voce grossa

Il 21enne inglese ha tutte le carte in regola per affermare la sua supremazia domani in gara.

Le prime due giornate al CoTA di Austin ci hanno consegnato un indiscusso protagonista nella categoria cadetta della Moto3™. Costantemente in ‘prima fila virtuale’ nelle due sessioni di libere del venerdì (chiuse rispettivamente con un secondo e un terzo posto provvisorio), Danny Kent iniziava ha iniziato oggi con lo spirito giusto, ponendosi subito in testa nelle FP3 del mattino.

Per nulla soddisfatto, il pilota di punta del team Leopard Racing ha continuato a martellare per tutta la sessione di Qualifiche Ufficiali, arrivando a disintengrare di 1” il precedente record della pole, stabilito lo scorso anno da Jack Miller. Per Kent si tratta della terza pole position in carriera, conquistata con un vantaggio di circa mezzo secondo sul suo diretto rivale Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo).

Il portoghese è l’unico a tenere in alto l’onore della casa di Mattighofen circondato da un plotone di Honda e domani scenderà in pista col ‘dente avvelenato’ per lasciarsi alle spalle la sventurata tappa del Qatar e iniziare effettivamente la sua stagione 2015.

La classe Moto3™ parla sempre più italiano grazie alle performance e al talento dei piloti tricolori. Andrea Locatelli (Gresini Racing) ha conquistato la prima fila precedendo di soli 11 millesimi il connazionale Niccolò Antonelli (Ongetta-Rivacold), primo nelle FP1 del venerdì e gran lottatore in ogni sessione.

Le Honda si conferma la moto da battere a testimonianza di quanto mostrato dai compagni di squadra (ed ex-rivali nel FIM CEV Repsol) Jorge Navarro e Fabio Quartararo. I due piloti del team Estrella Galicia 0,0 hanno chiuso le qualifiche appaiati in 5ª e 6ª posizione, divisi da appena 6 millesimi.

Isaac Viñales (Husqvarna Laglisse) precede un altro tandem ‘tricolore’ composto da Enea Bastianini, già secondo in Qatar, e Pecco Bagnaia, che oggi ha avuto il merito di saper condurre la prima delle Mahindra dentro la Top Ten. Proprio in decima posizione, ma tutt’altro che arrendevole domani in gara, il vincitore di Losail, Alexis Masbou (SAXOPRINT RTG).

Alle sue spalle, Brad Binder tiene a bada le due Mahindra di Jorge Martin e Juanfran Guevara. In difficoltà le KTM dello SKY Racing VR46 che con Romano Fenati e Andrea Migno, non vanno oltre rispettivamente la 19ª e la 22ª casella della griglia.

Le Qualifiche Ufficiali erano iniziate col “botto”, nel vero senso della parola: un tamponamento tra Livio Loi (RW Racing) e John McPhee (SAXOPRINT RTG) infatti, aveva messo fuori causa i due piloti. Mentre Kent era già in testa alla graduatoria dei tempi, il suo compagno di squadra Hiroki Ono (Leopard Racing) cadeva in mezzo alla pista rendendo necessario l’esposizione della bandiera rossa.

La categoria cadetta tornerà in pista domani alle 08:40 locali (le 15:40 in Italia) per il Warm Up, mentre alle 11:00 del Texas (le 18:00 in Italia) scatterà la seconda gara della stagione 2015 del Campionato del Mondo Moto3™.

La griglia di partenza della classe Moto3™ a Austin

Tags:
Moto3, 2015, RED BULL GRAND PRIX OF THE AMERICAS, QP, Danny Kent

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›