Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rabat suona la carica

Rabat suona la carica

Il campione del mondo in carica si riaffaccia in vetta nella combinata del venerdì, determinato a vincere davanti al suo pubblico.

Tito Rabat (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) è arrivato a Jerez de la Frontera con un unico obiettivo nella testa: vincere! Il campione del mondo in carica vuole a tutti i costi la vittoria per una serie di motivi. In primis, perché si corre nel GP di casa, davanti al suo pubblico; in secondo luogo, perché una vittoria avrebbe un grande impatto sui suoi diretti avversari.

Ma soprattutto, il pilota di Barcellona deve assolutamente recuperare terreno nella classifica iridata, in cui occupa la 11ª piazza con soli 17 punti. A incalzarlo a poco più di un decimo, troviamo Sam Lowes (Speed Up Racing). Il 24enne inglese è apparso a suo agio tra le curve del tracciato di Jerez, conscio di avere anche in quest’occasione l’arduo compito di doversi districare nel mezzo di agguerrito esercito di Kalex.

In prima fila provvisoria, il primo pilota italiano: Simone Corsi. Il romano del team Athinà Forward Racing, deve lasciarsi alle spalle lo ‘zero’ del Texas de Rio Hondo sa bene di non potersi permettere ulteriori passi falsi se intende riagganciare in classifica i top rider. Quarto assoluto nella combinata dei tempi di questo venerdì andaluso, Jonas Folger (AGR Team) è l’unico dei piloti della Top Ten che è riuscito a migliorarsi nella sessione pomeridiana delle FP2.

In quinta posizione, come il numero che porta in carena, il francese Johann Zarco (Ajo Motorsport). Il leader del mondiale è a soli 2 decimi e mezzo da Rabat e sta attraversando uno stato di forma straordinario; in gara può dire la sua e, senza ombra di dubbio, ha già fatto un pensierino alla sua personale ‘doppietta’, dopo la prima vittoria nella classe intermedia di due settimane or sono.

In una manciata di millesimi troviamo Sandro Cortese (Dynavolt Intact GP), Julian Simon (QMMF Racing) e Xavier Siméon (Federal Oil Gresini Moto2). In ‘Casa Italia’ il marchigiano Lorenzo Baldassarri si piazza in nona posizione assoluta davanti ad Axel Pons, mentre il romano Franco Morbidelli (Italtrans Racing) chiude questo venerdì col 13º crono. Ancora in crisi il suo compagno di squadra e vice-campione Mika Kallio, diciannovesimo a 1” da Rabat.

La classe intermedia tornerà in pista domani alle 10:55 per la terza ed ultima sessione di prove libere, per poi scendere nuovamente in pista alle 15:05 per i 45 minuti decisivi delle Qualifiche Ufficiali che decideranno la griglia di partenza del Gran Premio bwin de España 2015.

La combinata delle 2 sessioni di prove libere della Moto2™ a Jerez

Tags:
Moto2, 2015, GRAN PREMIO bwin DE ESPAÑA, FP2, Sam Lowes, Tito Rabat, Simone Corsi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›