Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Venerdì da incorniciare per Lorenzo

Venerdì da incorniciare per Lorenzo

Il maiorchino è il vero dominatore di questa prima giornata sul tracciato di Jerez, teatro del Gran Premio bwin de España 2015.

È tornato! Dopo tre gare in appannamento, in cui a dispetto delle due vittorie del suo compagno di squadra non era mai riuscito a salire sul podio, Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) tira fuori gli artigli e domina la prima giornata di prove libere sul tracciato di Jerez de la Frontera.

L’aria di casa sembra aver fatto bene al maiorchino che, dopo aver messo a tacere alcuni rumors che lo davano per partente dalla Yamaha, ha messo a segno due ottime performance nelle due sessioni di questo venerdì andaluso.

A tallonarlo a soli 49 millesimi nella combinata dei tempi, il connazionale Aleix Espargarò (SUZUKI ECSTAR). Il pilota di Granollers è autore di un’altra esaltante prestazione che evidenzia la crescita costante delle GSX-RR della Casa di Hamamatsu, al rientro nel circus iridato dopo 4 anni di assenza.

Onorevole terza posizione per Marc Marquez (Repsol Honda). Il campione del mondo in carica ha guidato sopra i problemi, con un guanto rinforzato, fasciatura ridotta e senza anti-dolorifici, per verificare la condizione del mignolo della mano sinistra fratturatosi sabato scorso. Due decimi e mezzo il gap che il talento di Cervèra dovrà colmare domani in qualifica.

Gli spagnoli dominano pertanto la prima fila ‘virtuale’, ma alle loro spalle la Ducati non sta affatto a guardare, anzi. Così la Casa d Borgo Panigale piazza ben tre delle sue Desmosedici nella seconda fila provvisoria dello schieramento, con un margine che varia dai 3 ai 5 decimi dal crono di Lorenzo: è l’abruzzese Andrea Iannone (Ducati Team) ad aprire le danze, seguito a ruota dal compagno di squadra Andrea Dovizioso e da Danilo Petrucci (Pramac Racing).

Il pilota di Terni, oltre a concludere la combinata al sesto posto assoluto, si toglie anche la soddisfazione di imporsi quale miglior pilota satellite del lotto, soffiando il ‘primato’, per soli 19 millesimi, all’inglese Cal Crutchlow (CWM LCR Honda) che a sua volta sembrava averci preso gusto in questo inizio di stagione.

Non è riuscito a migliorarsi nelle FP2 Pol Espargarò (Monster Yamaha Tech3), frenato da un problema tecnico ma davanti nella combinata dei tempi a Valentino Rossi. Il leader del mondiale, oggi alle prese con la gomma hard in ottica gara e con qualche problema in accelerazione, non va oltre la nona posizione precedendo il rookie Maverick Viñales, bravo a piazzare la seconda Suzuki nella Top Ten.

Dietro di lui, il connazionale Hector Barberà (Avintia Racing) vince la bagarre delle ‘Open’ nei confronti dei duo del team Athinà Forward Racing, composto dal tedesco Stefan Bradl e da Loris Baz. Il francese precede il suo ex-rivale nel Mondiale Superbike Eugene Laverty (Aspar MotoGP Team), in gran spolvero su questo tracciato che l’ha visto protagonista in passato.

Delude invece l’altro rookie Jack Miller (CWM LCR Honda), terz’ultimo davanti alla RS-GP di Marco Melandri (Aprilia Racing Gresini) e alla ART di Alex De Angelis (Octo IodaRacing Team).

La classe regina tornerà in pista domani alle 09:55 per la terza sessione di Prove Libere; quindi le FP4 di rifinitura che faranno da preludio ai due turni da 15 minuti delle Q1 e delle Q2 (14:10 e 14:35) che decideranno la griglia di partenza del Gran Premio bwin de España 2015.

La combinata delle 2 sessioni di prove libere della MotoGP™ a Jerez

Tags:
MotoGP, 2015, GRAN PREMIO bwin DE ESPAÑA, FP2, Marc Marquez, Jorge Lorenzo

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›