Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La riscossa di Rabat

La riscossa di Rabat

Davanti ai suoi tifosi, il campione del mondo in carica, non fallisce l’appuntamento con la pole e si rilancia per la gara di domani.

Dal primo momento che messo le ruote in pista sul tracciato di Jerez de la Frontera, Tito Rabat (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) ha avuto ben chiaro il suo obiettivo: ritornare lo schiacciasassi della passata stagione e recuperare il gap in classifica.

Già nei primi tre appuntamenti della stagione, il pilota di Barcellona era riuscito sempre a partire dalla prima fila, senza poi però (per diverse ragioni) concretizzare in gara. Ma in questa pole odierna c’è qualcosa di più: perché fortemente voluta e perché ottenuta con temperature altissime.

Miglior qualifica della sua neo-avventura in Moto2™ per Alex Rins (Paginas Amarillas HP 40). Il rookie conquista la seconda posizione assoluta e, dopo essersi ritrovato per una settimana a guidare la classifica iridata, ora vuole a tutti i costi la vittoria. Soddisfatto del suo crono, ha già messo Rabat nel mirino e non lo lascerà scappare così facilmente.

Agguanta la prima fila anche Jonas Folger (AGR Team). Il vincitore della gara inaugurale in Qatar ottiene la sua miglior qualifica della stagione, fermando il suo crono a soli 22 millesimi dallo spagnolo che lo precede.

Jerez è chiaramente una pista “Kalex”. Per trovare la prima moto con un telaio differente dobbiamo scendere fino alla quinta casella sella griglia di partenza, con Sam Lowes (Speed Up Racing) a circa mezzo secondo dal poleman della giornata.

Qualifiche da dimenticare per il leader della classifica iridata Johann Zarco (Ajo Motorsport). Il francese, primo nelle FP3 del mattino, nel decisivo turno pomeridiano, una caduta alla Curva 2 a 18 minuti dalla fine, ha stravolto i suoi piani, impedendogli di migliorare e chiudendo nono alla fine.

Inversione di tendenza nelle prove ufficiali anche per i tre italiani impegnati nella classe intermedia, tutti oltre la Top Ten: i due compagni di squadra del team Athinà Forward Racing, Simone Corsi e Lorenzo Baldassarri, hanno chiuso rispettivamente 12º e 13º divisi da appena 6 millesimi. In particolare il romano, terzo nelle FP3 ha sofferto l’innalzamento delle temperature.

Quindicesima posizione per Franco Morbidelli (Italtrans Racing), che ancora una volta chiude davanti al suo team-mate Mika Kallio, su questo tracciato in pole nella passata stagione. Julian Simon (QMMF Racing), per una violazione del regolamento tecnico, è stato retrocesso all'ultima casella della griglia, senza nessun punto di penalità.

La classe intermedia tornerà in pista domani alle 09:10 per il Warm Up, mentre alle 12:20 scatterà la quarta gara della stagione 2015 del Campionato del Mondo Moto2™.

La griglia di partenza della classe Moto2™ a Jerez

Tags:
Moto2, 2015, GRAN PREMIO bwin DE ESPAÑA, QP, Tito Rabat, Alex Rins, Jonas Folger, Paginas Amarillas HP 40, Estrella Galicia 0,0, AGR Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›

motogp.com
Manzi tampona Oliveira

2 anni fa

Manzi tampona Oliveira