Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

È tornato Rabat!

È tornato Rabat!

Dopo un inizio di stagione stentato, il campione del mondo Moto2™ ha iniziato col piede giusto il round francese a Le Mans.

Appena un podio nelle prime quattro gare e soli 33 punti in classifica cominciavano a esser un bottino alquanto magro, se ti chiami Tito Rabat e sei campione del mondo in carica. Il pilota del team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS sapeva perfettamente di non poter concedere altro spazio ai rivali e di ricucire il gap. E alla svelta!

Così, in questa prima giornata del Monster Energy Grand Prix de France 2015, lo spagnolo ha dominato sia nelle FP1 del mattino che nelle Fp2 del pomeriggio, staccando alla fine il crono di 1’37”625, a soli sei millesimi dal record della pole dello scorso anno appartenente a Jonas Folger.

In realtà, a giocarsi su un ritmo elevato, è tutta la prima fila, in cui si riaffacciano Thomas Luthi (Derendinger Racing Interwetten) e Luis Salom (Paginas Amarillas HP 40). Lo svizzero ci riprova ci riprova dopo il round argentino del Rio Hondo, mentre lo spagnolo si ripresenta al vertice dopo 1 anno di assenza dalla prima linea dello schieramento.

Al quarto posto, troviamo Johann Zarco (Ajo Motorsport). Il francese, presentatosi al pubblico di casa da leader della classifica iridata, migliora di tre decimi nella seconda sessione di libere, senza forzare il ritmo e lavorando in ottica gara. Quinta posizione per la prima delle Speed Up del solito Sam Lowes (Speed Up Racing): l’inglese, vincitore del round texano di Austin, si tiene dietro il rookie della classe intermedia Alex Rins (Paginas Amarillas HP 40), qui in Francia in cerca di riscatto dopo lo ‘zero’ di Jerez e l’altro pilota col suo stesso telaio, Julian Simon (QMMF Racing).

Dall’ottavo posto di Jonas Folger (AGR Team) al diciannovesimo di Louis Rossi (Tasca Racing Scuderia Moto2), la lotta tra i millesimi si fa ancor più serrata, con i protagonisti che non raggiungono il decimo di margine l’uno dall’altro. Il tedesco, vincitore nel primo e ultimo appuntamento in Qatar e a Jerez, è pero vittima di una caduta nel finale.

Dopo la nona posizione del belga Xavier Siméon (Federal Oil Gresini Moto2), a chiudere la Top Ten troviamo Franco Mobidelli (Italtrans Racing), primo dei piloti italiani. Il suo team-mate Mika Kallio è dodicesimo, seguito da Simone Corsi (Athinà Forward Racing) e dalla prima Tech3 di Marcel Schrotter (14º).

La classe intermedia tornerà in pista domani alle 10:55 per la terza ed ultima sessione di prove libere, per poi scendere nuovamente in pista alle 15:05 per i 45 minuti decisivi delle Qualifiche Ufficiali che decideranno la griglia di partenza del Monster Energy Grand Prix de France 2015.

La combinata delle 2 sessioni di prove libere della Moto2™ a Le Mans

Tags:
Moto2, 2015, MONSTER ENERGY GRAND PRIX DE FRANCE, FP2, Tito Rabat, Luis Salom, Thomas Luthi, EG 0,0 Marc VDS, Paginas Amarillas HP 40, Derendinger Racing Interwetten

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›