Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Marquez suona la carica

Marquez suona la carica

Risolti i problemi alla mano, il talento di Cervèra torna a colpire a Le Mans con una pole che gli vale inoltre il record del circuito.

Da quello che ha fatto vedere, fermarlo sarà un compito proibitivo per tutti i rivali. Marc Marquez (Repsol Honda) è tornato a stampare crono stratosferici, inavvicinabili per il resto della compagnia. Rimasto nell’ombra in tutti precedenti turni di libere, il campione del mondo in carica è venuto fuori nelle decisive Q2, staccando di mezzo secondo la GP15 di Andrea Dovizioso (Ducati Team) e di 6 decimi la M1 di Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP).

Una prima fila d’attacco che risalta le prestazioni degli alfieri di casa Ducati e Yamaha. Dopo due round, il forlivese torna davanti in qualifica e domani potrà essere uno scomodo cliente per i due avversari spagnoli. Dal suo canto Lorenzo, ha mostrato in questi due giorni una progressione impressionante, lavorando tantissimo sul passo-gara.

Cal Crutchlow (CWM LCR Honda) apre la seconda fila dello schieramento confermandosi miglior pilota satellite del lotto, avendo la meglio su Andrea Iannone (Ducati Team) e sul connazionale e rivale Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3), primo nelle giornata di ieri. Il pilota di Vasto in particolare si è reso autore di prestazione maiuscola, guidando sopra il dolore alla spalla e facendo registrare la velocità di punta più elevata.

Terza fila invece per Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP): il leader della classifica iridata accusa quest’oggi un ritardo importante di oltre 1” dal campione del mondo, precedendo di soli 67 millesimi Dani Pedrosa (Repsol Honda), al rientro nel circus dopo tre gare d’assenza forzata per infortunio al braccio.

Alle loro spalle, i due ‘eroi’ delle Q1: Danilo Petrucci (Pramac Racing) e Aleix Espargarò (SUZUKI ECSTAR). Per il pilota di Terni si tratta della terza volta su altrettanti tentativi in cui conquista la prima posizione nella ‘cesoia’ che dà ai piloti l’accesso alle decisive Q2.

Nella classe ‘Open’ brilla la RC213V-RS di Nicky Hayden (Aspar MotoGP Team), 14º, che si toglie la soddisfazione di chiudere davanti alla ‘sorella maggiore’ guidata da Scott Redding e ai rivali della sua categoria Stefan Bradl (athinà Forward Racing e l’idolo di casa Mike di Meglio (Avintia Racing). Dopo essersi distinto nelle FP4, l’altro francese Loris Baz, si perde nelle retrovie concludendo davanti alle Aprilia di Bautista, De Angelis e Melandri.

La classe regina tornerà in pista domani alle 09:40 per il Warm Up, mentre alle 14:00 scatterà la quinta gara della stagione 2015 del Campionato del Mondo MotoGP™.

La griglia di partenza della classe MotoGP™ a Le Mans

Tags:
MotoGP, 2015, MONSTER ENERGY GRAND PRIX DE FRANCE, Q2, Andrea Dovizioso, Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Ducati Team, Repsol Honda Team, Movistar Yamaha MotoGP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›

motogp.com
Baz in gran spolvero nelle FP4

2 anni fa

Baz in gran spolvero nelle FP4