Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Lo scontro in MotoGP™ s’infiamma per il Mugello

Lo scontro in MotoGP™ s’infiamma per il Mugello

Il Mugello è pronto ad ospitare un'altra battaglia epica; l’idolo di casa Valentino Rossi si presenta da leader del Campionato.

Il paddock della MotoGP™ si sposta sulle colline toscane per il sesto round del Campionato del Mondo presso l'Autodromo Internazionale del Mugello. L'idolo di casa Valentino Rossi arriva sul tracciato italiano in testa della classifica iridata, per la prima volta dal 2008, anno in cui ottenne anche la sua ultima vittoria sul circuito di casa, sul quale si è aggiudicato ben sette vittorie consecutive nella classe regina.

Proprio la Yamaha è il costruttore di maggiore successo nell'era MotoGP™ al Mugello, con entrambi i suoi piloti in grado di conquistare ben 8 vittorie, rispettivamente 5 con Rossi e 3 con Jorge Lorenzo, tutte consecutive. Il maiorchino, dopo un inizio di stagione difficile, viene due vittorie di fila a Jerez e Le Mans e, sicuramente, tenterà l’assalto anche al Mugello. Lorenzo è stato capace di dominare nelle ultime due gare, ma Rossi venderà cara la pelle davanti ai suoi tifosi.

A candidarsi alla vittoria quest’anno c’è anche la Ducati, che con i due piloti ufficiali Andrea Iannone e Andrea Dovizioso ha tenuto sul tracciato toscano un test privato prima di partire per Le Mans. Al Mugello vedremo se i dati raccolti permetteranno alla Desmosedici GP15 di conquistare la prima vittoria stagionale. Successo che alla casa di Borgo Panigale manca dal 2009, quando Casey Stoner regalò alla Ducati anche la sua unica vittoria al Mugello. Le Mans ha visto Andrea Dovizioso tornare sul podio, consolidandolo il suo terzo posto in classifica e dimostrando ancora una volta che la Ducati è tornata competitiva.

Nonostante la recente lussazione alla spalla, Andrea Iannone a Le Mans si è reso protagonista, come ai tempi della Moto2™, di un acceso duello con Marc Marquez, che alla fine si p aggiudicato il quarto posto finale. Al Mugello il tridente italiano composto da Rossi, Dovizioso e Iannone ha concretamente un possibilità di vittoria. Così come ipotizzare un podio tutto tricolore, come accaduto nella gara inaugurale in Qatar, non è affatto un sogno.

Le Mans non è stato certo il weekend ideale per la Honda, con Marc Marquez quarto a centrare la miglior posizione, mentre Crutchlow, Redding e Pedrosa si sono ritrovati senza appello nella ghiaia: per tutti e tre il Mugello costituirà l’occasione del riscatto.  In Francia la casa dell’Ala Dorata aveva introdotto un nuovo forcellone, che ora si spera possa rivelarsi utile nei curvoni veloci del Mugello. Con 69 punti e 1 sola vittoria al suo attivo in questo 2015, Marquez è ben lontano dal ripetere la sua striscia di 10 successi consecutivi della passata stagione.

Il Gran Premio d’Italia sarà il banco di prova anche per le condizioni dei fratelli Aleix e Pol Espargarò: entrambi infatti, subito dopo Le Mans, si sono sottoposti a intervento chirurgico per risolvere i loro problemi. L’apprensione verte soprattutto verso il pilota Suzuki, caduto rovinosamente nelle FP3 del Gran Premio di Francia.

Dopo la sua prima vittoria nella classe Open, Nicky Hayden tenterà di ripetersi, inseguendo il leader della speciale classifica Hector Barberà. Anche i rookies Loris Baz e Eugene Laverty, che in Francia hanno conquistato i loro migliori risultati del 2015, vorranno continuare il trend positivo e andare nuovamente a punti.

La classe regina MotoGP ™ scenderà in pista al Gran Premio d'Italia TIM venerdì alle 09:55 con le FP1.

Tags:
MotoGP, 2015, GRAN PREMIO D'ITALIA TIM

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›