Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La zampata di Aleix

La zampata di Aleix

Il maggiore dei fratelli Espargarò riporta la Suzuki in testa alla graduatoria nella prima giornata di libere del Montmelò.

Una Suzuki in vetta alla graduatoria della classe regina. Siamo solo alla prima giornata di libere e ancora tutto deve esser scritto. Ma quello lanciato da Aleix Espargarò (SUZUKI ECSTAR) è un segnale importante. Perché a dispetto della mancanza dei cavalli o del rendimento sulla distanza, la moto della casa di Hamamatsu continua a far progressi.

Così, il maggiore dei fratelli Espargarò si toglie la soddisfazione di tenersi dietro le HRC ufficiali di Marc Marquez e Dani Pedrosa. I due team-mate del Repsol Honda, leader della mattinata al Circuit de Barcelona-Catalunya, non avranno problemi a rifarsi nelle sessioni decisive di domani. Entrambi fanno comunque tirare un sospiro di sollievo ai rispettivi tifosi: l’uno per il Campionato, l’altro per il suo avvenuto recupero.

A interrompere il dominio spagnolo che ha monopolizzato la ‘prima fila virtuale’, ci ha pensato Andrea Dovizioso (Ducati Team). Il forlivese, appena nono in mattinata, conclude le FP2 al quarto posto assoluto a 6 decimi dal leader della giornata. Sempre sul filo dei millesimi, con un minimo distacco lo inseguono la seconda GSX-RR del rookie Maverick Viñales, e l’altra GP15 di Andrea Iannone.

Ducati, Suzuki e Honda hanno risposto dunque ‘presente’ alla appello del venerdì. In ritardo invece le Yamaha: quasi a sorpresa, dopo le recenti performance di Jorge Lorenzo, autore di tre vittorie di fila, e di Valentino Rossi, unico pilota in questo inizio di stagione a salire sempre sul podio. Il maiorchino oggi non è andato oltre il 7º posto, mentre il pesarese si ritrova estromesso dalla Top Ten con tre moto satellite davanti.

La prima di queste è quella di Cal Crutchlow (CWM LCR Honda): l’inglese, ultimo dei primi otto piloti a rientrare nel gap di 1” dal leader, si conferma quale miglior pilota della categoria, precedendo il pilota di casa Pol Espargarò (Monster Yamaha Tech3) e il connazionale Scott Redding (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS).

Nella categoria Open, nonostante sia uno dei quattro piloti a non migliorarsi al pomeriggio rispetto ai propri riferimenti delle FP1, Nicky Hayden (Aspar MotGP Team) vince il duello a distanza con i rivali Hector Barberà (Avintia Racing) e Loris Baz (Athinà Forward Racing).

La combinata delle prove libere del venerdì della MotoGP™ in Catalunya

Tags:
MotoGP, 2015, GRAN PREMI MONSTER ENERGY DE CATALUNYA, FP2, Team SUZUKI ECSTAR, Monster Yamaha Tech 3

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›