Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Kent e la ‘grande occasione’

Kent e la ‘grande occasione’

Il leader del Campionato domina entrambe le sessioni del venerdì del Sachsenring, mentre il suo rivale Oliveira va KO.

Quando si dice iniziare col piede giusto: Danny Kent (Leopard Racing) inizia nel migliore dei modi il weekend del GoPro Motorrad Grand Prix Deutschland, nono round della stagione 2015. Il leader della classifica iridata non ha lasciato nulla agli avversari girando, nelle FP2 del pomeriggio, sotto il record della pole position dello scorso anno di Jack Miller.

Il primo degli inseguitori è infatti tenuto a debita distanza: Niccolò Antonelli (Ongetta-Rivacold) è secondo assoluto, ma ad oltre 6 decimi. Il 19enne di Cattolica ha confermato anche quest’oggi le sue indiscusse doti che come pochi sa tirare fuori sul giro secco.

Si piazza terzo in extremis, proprio sotto la bandiera a scacchi, il francese Alexis Masbou (SAXOPRINT RTG). Il vincitore della gara inaugurale della stagione ha negato la gioia della prima fila “virtuale” al tedesco Philipp Oettl (Schedl GP Racing). Il padrone di casa, unico rappresentante del suo Paese, ci tiene a fare bella figura davanti al suo pubblico, dopo essersi già affacciato quest’anno nella Top 10.

Per effetto della combinata dei tempi, Fabio Quartararo (Estrella Galicia 0,0) si inserisce tra i due al quarto posto assoluto. Il rookie di Nizza, rallentato da un problema tecnico, è uno dei tre piloti (tra i primi 15 della griglia) che non si sono migliorati nella sessione pomeridiana: gli altri due sono gli italiani Enea Bastianini (Gresini Racing Moto3) e Romano Fenati (Sky Racing VR46).

Rispettivamente 7º e 15º a fine giornata, il riminese e l’ascolano non sono riusciti a esprimersi al massimo delle loro possibilità. Meglio hanno fatto nel pomeriggio, crono alla mano, i connazionali Andrea Locatelli e Pecco Bagnaia (MAPFRE Team MAHINDRA), divisi tra loro da soli 5 millesimi. Al 18enne torinese spetta anche l’onore di aver portato la prima moto della casa indiana tra i primi dieci.

Nei piani alti della Top 10, continua il dominio della Honda, mentre le KTM sono relegate in quinta e sesta posizione grazie al già citato Oettl e al pilota della Repubblica Ceca, Karel Hanika (Red Bull KTM Ajo). Il suo compagno di squadra, il sudafricano Brad Binder, chiude 13º alle spalle di Isaac Viñales (Husqvarna Factory Laglisse), rendendosi autore di un’innocua scivolata.

Peggio invece è andata al terzo pilota della struttura di Aki Ajo: il portoghese Miguel Oliveira, durante la prima sessione del mattino, è incappato in una rovinosa caduta alla curva 1, rimediando purtroppo la frattura scomposta del quarto metacarpo della mano sinistra. Il pilota verrà operato domani in Portogallo e, salvo complicazioni, sarà regolarmente ai nastri di partenza a Indianapolis, dopo la pausa estiva.

La categoria cadetta tornerà in pista domani alle 09:00 locali per la terza ed ultima sessione di prove libere, per poi scendere nuovamente in pista alle 12:35 per i 40 minuti decisivi delle Qualifiche Ufficiali che decideranno la griglia di partenza del GoPro Motorrad Grand Prix Deutschland 2015.

La combinata delle libere del venerdì della Moto3™ al Sachsenring

Tags:
Moto3, 2015, GoPro MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND, FP2, Alexis Masbou, Niccolò Antonelli, Danny Kent, Ongetta-Rivacold, Leopard Racing, SAXOPRINT RTG

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›