Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

L'inavvicinabile Kent - UPDATE

L'inavvicinabile Kent - UPDATE

L'inglese centra la terza pole stagionale; 11 piloti vengono penalizzati di 3 posizioni sulla griglia e di 10 minuti nel Warm Up.

UPDATE: La Race Direction penalizza 11 Piloti della classe Moto3™ per aver proseguito a rilento sulla traiettroia ideale nel corso della sessione delle qualifiche ufficiali, mettendo a rischio la sicurezza propria e degli altri. La violazione degli articoli 1.21.2 e 3.2.1 dei Regolamenti FIM prevede la retrocessione di 3 posizioni sulla griglia di partenza e il divieto di scendere in pista nei primi 10 minuti del Warm Up di domenica mattina per:

  • #6 Maria Herrera
  • #9 Jorge Navarro
  • #16 Andrea Migno
  • #17 John McPhee
  • #22 Ana Carrasco
  • #31 Aki Ajo
  • #32 Isaac Viñales
  • #33 Enea Bastianini
  • #55 Andrea Locatelli
  • #76 Hiroki Ono
  • #84 Jakub Kornfeil

La griglia AGGIORNATA della classe Moto3™.

E adesso… chi lo fermerà? Danny Kent (Leopard Racing) impone e ribadisce la sua legge sul Sachsenring Circuit, teatro della nona prova della stagione 2015. Il leader della classe Moto3™ ha sbalordito tutti con i suoi crono quest’oggi, a cominciare dall’impressionante 1’26”174 fatto registrare nel turno mattutino delle FP3.

Nel pomeriggio, il 21enne di Chippenham ha iniziato la sessione decisiva delle Qualifiche Ufficiali attaccando l’asfalto sin dai primi metri e facendo segnare al nono passaggio, il crono di 1’26”420 che gli è valso il primato. Probabilmente l’inglese avrebbe potuto limare anche il suo stesso record, se non fosse stato per una scivolata a 15 minuti dalla fine della sessione in cui ha centrato l’incolpevole wild-card Maximilian Kappler (SAXOPRINT RTG).

Si dice che la calma è la virtù dei forti: così Kent, con la sicurezza di un buon mezzo secondo di vantaggio, ha trascorso gli ultimi minuti comodamente seduto al box per il tradizionale debrief con il suo team.

Piazza d’onore per Enea Bastianini (Gresini Racing Moto3) che, dopo le due pole consecutive del Montmelò e Assen, si è confermato quale “specialista” delle qualifiche. Il 17enne di Rimini, soltanto decimo in mattinata, è venuto fuori negli istanti conclusivi proprio sotto la bandiera a scacchi, abbassando di oltre 7 decimi il suo stesso riferimento cronometrico.

A far compagnia in prima fila ai due rivali della Honda in Campionato troviamo, per la seconda volta consecutiva, il pilota della Repubblica Ceca, Karel Hanika (Red Bull KTM Ajo). Nonostante un’uscita di pista alla curva 3, l’ex campione della Rookies Cup è stato quest’oggi, anche nelle FP3 del mattino, il miglior alfiere della casa austriaca.

Per incontrare in griglia la seconda KTM, dobbiamo scorrere la graduatoria sino alla 10ª posizione di Niklas Ajo (RBA Racing). Il finlandese, dopo l’atipico arrivo in quel di Assen due settimane or sono, si è reso protagonista di un singolare episodio, centrando all’uscita dell’ultima curva che immette sul rettilineo del traguardo, la propria compagna di squadra Ana Carrasco, che invece ha chiuso 24ª.

Il rookie Fabio Quartararo (Estrella Galicia 0,0) continua nel suo apprendistato, dando continui segnali di miglioramento. Secondo assoluto questa mattina dietro l’inavvicinabile leader Kent, il 16enne di Nizza non riesce a entrare in prima fila per soli 27 millesimi. In questa battaglia, il francese è stato seguito come un’ombra tutto il giorno dal pilota basco Efren Vazquez, 5º alla fin alle sue spalle.

Ma non è solo il team Leopard a sorridere: anche la struttura di Fausto Gresini festeggia infatti grazie ad Andrea Locatelli. Sin dalle prime libere di ieri, il bergamasco si è mostrato particolarmente determinato e a suo agio tra i curvoni del Sachsenring. Sebben questa mattina non si fosse distaccato molto dai crono fatti registrare venerdì chiudendo 21º, nel turno di qualifiche ufficiali Locatelli si è reso autore di un’incredibile progressione abbassando il suo tempo di quasi 1”.

A proposito di gap: l’ultimo pilota a rientrare nel secondo di distacco dalla pole record di Kent è Romano Fenati (Sky Racing VR46). Il pilota ascolano sembra incontrare qualche difficoltà di troppo sul tracciato tedesco in sella alla sua KTM, chiudendo 13º dietro la moto gemella di Brad Binder e la Honda del francese Alexis Masbou (SAXOPRINT RTG), anch’egli vittima di una scivolata a metà sessione.

Settimo tempo per Jorge Martin (MAPFRE Team MAHINDRA), bravo a portare in alto l’onore della casa indiana, seguito dal suo connazionale e rivale Jorge Navarro. La Top 10 parla ancora italiano grazie alla performance di Niccolò Antonelli (Ongetta-Rivalcold). Il 19enne di Cattolica chiude la terza fila candidandosi a pericoloso outsider per la bagarre di domani.

La categoria cadetta tornerà in pista domani alle 08:40 per il Warm Up, mentre alle 11:00 scatterà la nona gara della stagione 2015 del Campionato del Mondo Moto3™.

Tags:
Moto3, 2015, GoPro MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND, QP, Enea Bastianini, Danny Kent, Karel Hanika, Red Bull KTM Ajo, Gresini Racing Team Moto3, Leopard Racing

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›

@monsteryamahatech3

2 anni fa

The #Yamaha YZR-M1's break out of the darkness and get outside on the sunny Sachsenring track for day two of the #GermanGP !