Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il terzo posto più importante di Rossi

Il terzo posto più importante di Rossi

Con 19 anni di esperienza nella MotoGP™ per Motorcycle News, in questa stagione la firma di Matthew Birt si unisce al team motogp.com

Dei precedenti 35 terzi posti fatti da Valentino Rossi nella classe regina, non ricordo di aver mai visto il Dottore così felice per aver concluso una gara sul gradino più basso del podio dietro Marc Marquez e Dani Pedrosa com’è successo durante lo scorso Gran Premio in Germania.

Ma la gioia di Rossi ha una spiegazione: quest’anno vuole vincere il decimo titolo e se ha festeggiato al Sachsenring è perché quando ripenserà a questa gara sa che il podio fatto in Germania è stato un momento fondamentale per la corsa al titolo.

Ormai è certo che l’impero Honda è tornato ad essere competitivo con Marc Marquez e Dani Pedrosa al massimo della loro forma fisica durante questa stagione e al Gran Premio di Germania hanno mostrato di riuscire a disturbare Rossi.

Il nove volte campione del mondo sapeva che le possibilità di negare la sesta vittoria consecutiva sul circuito del Sachsenring a Marquez erano poche ma poteva ugualmente salire sul podio. E non solo c’è riuscito, ma ha anche finito la gara davanti a Jorge Lorenzo, compagno di squadra e principale rivale per la corsa al titolo.

È stata un’altra dura prova per il pesarese, ma è riuscito a superare la sfida a pieni voti.

Lorenzo ha incassato un’altra sconfitta ma senza compromettere la sua posizione in Campionato, mantenendo il suo distacco dal leader a 13 punti. Dall’altra parte del box c’è Rossi, che prima del Gran Premio di Germania, aveva detto che sarebbe stato importante a livello psicologico iniziare la pausa estiva con un importante vantaggio.

È vero che il leader del Campionato ha ridotto il suo vantaggio nella classifica generale ma è anche vero che ha lo slancio giusto per mantenersi davanti a Lorenzo, dopo che lo spagnolo ogni tanto è “inciampato” durante le nove gare.

Secondo me questa è la storia della prima metà di stagione. Rossi è stato più costante di Lorenzo, il pesarese ha saputo difendere meglio il suo vantaggio: quando non ha potuto vincere è sempre riuscito a salire sul podio.

Lorenzo invece ha finito fuori dalla Top 3 durante le prime tre gare, inoltre, si è fatto sfuggire il podio quattro volte in nove Gran Premi ma, nonostante questi risultati continua a combattere il titolo del 2015.

Arrivato in Germania Marquez era in ottima forma, pronto ad aggiudicarsi la sua sesta vittoria consecutiva sul circuito del Sachsenring e c’è riuscito. Ma penso che sarà difficile per il Campione del Mondo in carica ridurre il distacco da Rossi, che a metà stagione è a quota 65 punti.

Per Marquez il 2015 non è iniziato nel migliore dei modi, per questo, prossimi alla conclusione della prima metà di Campionato, il pilota spagnolo ha deciso di tornare a correre con il telaio del 2014, una decisione che al momento sembra averlo ripagato.

Nelle prime nove gara i piloti Yamaha sono riusciti ad evitare degli errori fatali e continueranno la loro sfida per aggiudicarsi il titolo mentre Marquez sarà impegnato a fare una grande rimonta tra i primi della classifica.

Ma c’è un uomo capace di giocare un ruolo importante nel destino della competizione: Pedrosa. Se continua ad arrivare prima di Rossi, di Lorenzo e Marquez e se iniziasse a vincere più spesso allora improvvisamente il titolo potrebbe essere più combattuto.

In Germania Marquez ha recuperato 13 punti su Lorenzo e se manterrà questo ritmo il pilota HRC potrebbe iniziare a competere per il titolo.

Mentre Rossi e Lorenzo, in testa alla classifica, hanno iniziato le vacanze estive, Marquez e Pedrosa hanno provato a Misano il primo prototipo del 2016 RC213V.

Tags:
MotoGP, 2015, GoPro MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND, Valentino Rossi, Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Dani Pedrosa, Movistar Yamaha MotoGP, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›

motogp.com
Off-Track: #GermanGP

1 anno fa

Off-Track: #GermanGP