Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rossi e Lorenzo: è tutto da vedere...

Rossi e Lorenzo: è tutto da vedere...

Con 19 anni di esperienza nella MotoGP™ per Motorcycle News, in questa stagione la firma di Matthew Birt si unisce al team motogp.com

Hanno lo stesso numero di punti e fino alla fine della stagione continueranno a cambiarsi il primo posto della classifica generale.

Lo scorso fine settimana a Brno, Jorge Lorenzo ha mostrato la sua superiorità ma mancano ancora sette appuntamenti prima della fine del Campionato e i piloti del Movistar Yamaha lotteranno per avere la meglio l’uno sull’altro.

È stata una prima fila da sogno quella sul circuito della Repubblica Ceca: Lorenzo, Marquez e Rossi. Il vero inferno si è poi scatenato nei 22 giri di gara dove il maiorchino ha cercato la sua vendetta sul Campione in carica dopo il GP di Indianapolis.

Il 22enne di Cervèra è stato competitivo nei primi giri poi Lorenzo è riuscito a scappare via, verso un sensazionale quinto trionfo stagionale e per il catalano c’è stato poco da fare.

Marquez e Rossi hanno accettato la sconfitta da buoni atleti: si sono complimentati col vincitore perché è stato molto più veloce di loro, ma questa sconfitta ha un sapore amaro per entrambi.

E si poteva vedere chiaramente.

Il pilota del Repsol Honda Team resterà fuori per la corsa al titolo per questo 2015 però potrà ostacolare i compagni di squadra della Yamaha e poi, chissà, uno dei due potrebbe commettere un errore e riaprire i giochi per il titolo.

La reazione di Rossi a Brno ha detto tutto sul suo stato d’animo: i dieci podi precedenti li aveva festeggiati con energia ed entusiasmo, ma in quest’ultimo appuntamento ha forzato qualche sorriso giusto davanti alle telecamere.

Per il pesarese non si è trattato di aver perso i 13 punti di vantaggio in una sola settimana ma di come il suo compagno di squadra sia tornato dalla pausa estiva.

Per molti osservatori la gara di Brno è stata un momento cruciale della stagione perché adesso il vantaggio per la corsa al titolo si è spostato a favore di Lorenzo.

Naturalmente, la battaglia è ancora lunga e sarebbe irrispettoso nei confronti di Rossi dire che la sua sfida è già appassita come un fiore che muore.

Lorenzo ha vinto due gare e ha condotto 142 giri in più del compagno di squadra, eppure si trovano insieme a 211 punti perché il pesarese è riuscito a salire sul podio in ogni gara.

Ci sono ancora sette appuntamenti in cui spalancare il gas e, come ci hanno dimostrato i recenti avvenimenti, la battaglia per il titolo seguirà fino alla fine della stagione.

Il mio consiglio è quello di godersi lo spettacolo. Queste ultime sette gare saranno molto emozionati.

Uno dei due piloti raggiungerà la gloria di diventare Campione. L'altro trascorrerà l'inverno a pensare a che cosa sarebbe stato.

Tags:
MotoGP, 2015, bwin GRAND PRIX ČESKÉ REPUBLIKY, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Movistar Yamaha MotoGP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›